benessere

Il Cristallo di Cortina rinnova la Spa ad alto tasso tecnologico ed evocativo

I 1.600 metri quadri del centro benessere dello storico hotel ampezzano sono realizzati con materiali che ricordano il luogo che li circonda, tra pietra Dolomia e legni di abete e cedro

di Fabrizia Villa

default onloading pic

I 1.600 metri quadri del centro benessere dello storico hotel ampezzano sono realizzati con materiali che ricordano il luogo che li circonda, tra pietra Dolomia e legni di abete e cedro


2' di lettura

L'appuntamento da non perdere è doppio, uno alle 17.30 e l'altro alle 18.30. A quell'ora, nella sauna del Cristallo Resort & Spa di Cortina d'Ampezzo si celebra il rito dell'Aufguss, una vera e propria cerimonia officiata da un Aufgussmeister, un maestro di sauna, che aggiungendo alle pietre roventi ghiaccio aromatizzato con oli essenziali crea una nube di vapore acqueo che sale verso il soffitto per essere poi ridistribuita verso gli ospiti dal maestro che sventola un asciugamano a passi di danza.

Questo show dedicato al benessere e al vapore è lo specchio della nuova wet area dello storico hotel ampezzano, una rivisitazione della tradizione in una chiave contemporanea. Con la consulenza di Starpool, che ha creato tutti i prodotti su misura, e il progetto di restyling dello studio di architettura e interior design milanese MHZ, i 1.600 metri quadri della Cristallo Ultimate Spa uniscono un alto tasso di tecnologia a uno spazio evocativo, dove i materiali ricordano in ogni istante il luogo che li circonda. Così la pietra del bagno di vapore richiama la Dolomia e il cedro della sauna e l'abete con cui sono state realizzate le boiserie sono una citazione dei materiali e profumi di quelle foreste che dal 2009 fanno parte del Patrimonio naturale dell'Umanità.

I sensi vengono messi in gioco con la sferzante cascata di ghiaccio e con le docce di reazione che diventano un percorso nel percorso grazie ai diversi colori, alle essenze e ai getti d'acqua di varia potenza o con l'alternanza di acqua calda e fredda nel percorso Kneipp. Tradizione finlandese e araba si possono vivere in questo modo al più alto livello scegliendo tra diversi percorsi a seconda delle proprie esigenze.

Per farlo al meglio Starpool ha messo a punto un sistema che consente di vivere la propria esperienza a seconda degli obiettivi che si desidera raggiungere: energizzare, purificare, tonificare o rilassare. Basta indossare all'ingresso della spa il braccialetto del colore corrispondente al percorso desiderato. Qui sono riportate, attraverso semplici icone, la corretta successione e il giusto tempo di permanenza nei vari ambienti: una tabella di marcia per cogliere il meglio dell'esperienza che si può integrare con una nuotata in piscina vista Tofane o, per chi preferisce non immergersi, con 25 minuti di wellness a gravità zero sul lettino Nuvola, che consente di galleggiare avvolti dall'acqua calda senza però bagnarsi.

Il lettino olistico di Starpool è il ponte tra wellness e beauty all'interno della spa. Moltissimi i trattamenti beauty e tutti praticati con prodotti Transvital Swiss, brand specializzato in prodotti dedicati all'antinvecchiamento cutaneo di proprietà, come l'hotel Cristallo, della famiglia bolognese Gualandi. Una full immersion completa nel benessere, al termine della quale gli ospiti che lo desiderano possono concedersi un piccolo e meritato strappo.

Per quest'inverno la tentazione arriva dal ristorante pop-up di Simone Padoan, patron de I Tigli di San Bonifacio nel Veronese, che nell'ultima edizione della guida del Gambero Rosso si è aggiudicato il primo posto tra le pizzerie gourmet. Un percorso di gusto, questa volta, da prenotare dal giovedì alla domenica al ristorante La Veranda dell'hotel.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti