Accessori - Regole e sicurezza

Il dilemma delle gomme: come fare la scelta giusta tra invernali e all season

di Massimo Mambretti

I nuovi pneumatici Pirelli Cinturato Winter 2 che adottano lamelle adatte a catturare la neve

2' di lettura

Invernali o All Season. È questo il dubbio che accompagna l’avvicinarsi dei periodi in cui si deve fare il cambio gomme per la stagione fredda. Una pratica positiva ai fini della sicurezza, che ha contagiato il settore delle flotte aziendali da tempo e in maniera pressoché totale. L’operazione, ovviamente, impatta sul canone di locazione con il costo del treno di gomme termiche, le operazioni di montaggio/smontaggio, la taratura del Tpms (il rilevatore della pressione di gonfiaggio) e lo stoccaggio del set che va temporaneamente in letargo. Proprio questi parametri stanno facendo largo nel mondo delle flotte ai pneumatici All Season o quattro stagioni, che possono essere utilizzati tutto l’anno. Infatti, eliminano procedure e spese legate al cambio gomme, nonché la gestione da parte del fleet manager per calendarizzare le sostituzioni e l’andirivieni dai gommisti. Tradotto in soldoni, altri costi.

Premettendo che alcuni modelli, in particolare i Suv, sono equipaggiati di serie con le gomme quattro stagioni e quindi eliminano dubbi, ci si deve chiedere se le All Season sono realmente convenienti per tutte le vetture della flotta. Questo a prescindere dal fatto che gli operatori del noleggio puntano su prodotti di qualità e che questi pneumatici sono costantemente evoluti per garantire maggiore scurezza e controllo grazie a nuove tecnologie, proprio come le gomme termiche. Fra queste debutta il Pirelli Cinturato Winter 2, caratterizzato dalle innovative lamelle “cattura neve” che si allungano di pari passo con l’usura del battistrada per assicurare sempre il grip ottimale.

Loading...

Ma torniamo agli All Season, perché al primo colpo d’occhio molti fattori fanno pensare che sono la scelta giusta. In realtà, questa opzione non è sempre applicabile a livello generale.

Infatti, le gomme quattro stagioni convengono quando mediamente si percorrono 15mila chilometri all’anno e se si utilizzano in zone di clima temperato, dove solo in casi eccezionali il fondo stradale è innevato o ghiacciato. Di contro, le All Season non sono l’ideale per chi in media percorre più di 20mila chilometri all’anno, abita in zone fredde o frequenta spesso nella stagione invernale le zone di montagna. Infatti, specie con auto a due ruote motrici, in caso di abbondanti nevicate non garantiscono le stesse performances delle gomme termiche. Ovviamente, concepite e realizzate per dare il meglio proprio sui fondi più freddi, dove offrono sia spazi di frenata inferiori sia maggiore trazione. Questo a prescindere dal fatto che le gomme quattro stagioni con il pittogramma Alpino, cioè il fiocco di neve racchiuso nel profilo di una montagna, hanno superato specifici test omologativi per l’utilizzazione su fondi innevati e a bassa aderenza.

Infine, per valutare se le gomme quattro stagioni offrono realmente vantaggi economici e pratici bisogna anche considerare che con le alte temperature tendono a usurarsi più in fretta rispetto ai pneumatici estivi. Infatti, la loro mescola piuttosto morbida si ispira a quella dei pneumatici termici.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti