ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di più«Abbiate pietÀ»

Il discorso del principe saudita, tra religione e Fantozzi

di S.Bel.

(Sputnik)

1' di lettura

Mercati, analisti e media devono «avere fede» nell’Opec Plus, i suoi membri considerarla «come una religione» di cui occorre seguire i precetti. È punteggiato di metafore mistiche il discorso con cui Abdulaziz Bin Salman ha aperto i lavori della seconda giornata del vertice di Vienna, quella allargata a tutta la coalizione.

Il ministro saudita, fresco di nomina, ha esordito con voce incerta, balbettando a tratti e arrivando ad assumere toni “fantozziani” all’orecchio di un ascoltatore italiano: la stampa «abbia fede», ma anche «abbia pietà di noi».

Loading...

Servono informazioni «corrette e oggettive», ha esortato Abdulaziz, non solo da parte dei giornalisti ma anche degli analisti, «compresi quelli cinici», che dovrebbero smetterla di dipingere scenari cospiratori, inventando «scappatoie (all’accordo sui tagli, Ndr) che in realtà non esistono». «Stiamo lavorando per fare in modo che non ci siano scappatoie» e perché anche «il mercato ne sia convinto».

Il saudita non si è risparmiato una frecciata verso gli alleati che non rispettano le quote produttive: «È come nella religione, se sei credente devi anche essere praticante. Non penso che nessuno qui sia un miscredente, vorrei solo reiterare ai nostri amici che un ulteriore impegno e coerenza porterà benefici a tutti».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti