ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùrapporto ubs-Pwc

Il dollaro forte rema contro le ricchezze dei super paperoni

Nel 2018 scende a 8,5 trilioni di dollari la ricchezza dei 2.101 miliardari (gli italiani calano da 43 a 35 con due donne fra le new entry) secondo il Billionaires Insights 2019 di UBS e PwC. Il numero di miliardarie donne in cinque anni è cresciuto del 46%

di Lucilla Incorvati


Chi sono i quattro «Paperoni» ottantenni che scuotono Piazza Affari

4' di lettura

Anche i ricchi piangono. Per i super super paperoni il 2018 non è stato un anno di felicità. Il dollaro forte e il mercato azionario volatile hanno fatto scegliere le loro ricchezze di 388 miliardi di dollari dopo 5 anni di crescita. Attenzione, però, stiamo comunque parlando di signori seduti su una montagna infinita di denaro, esattamente 8,5 trilioni di dollari, considerando gli individui che hanno almeno 1 miliardo di ricchezze finanziare . Vale a dire 2101 individui. In Italia sono 35 erano 43 nel 2017. Tre le new entry ci son o due donne ed un uomo che non ha più di 40 anni. Lo rivela il rapporto annuale Billionaires Insights (The Billionaires Effect) curato come ogni anno da UBS e PwC.

I NUMERI DELL’ITALIA

(Fonte: PwC Billionaire Database, UBS and PwC analysis)

I NUMERI DELL’ITALIA

Il primo tonfo dopo 5 anni di crescita
Giunto al suo quinto anno, lo studio attinge alla vasta rete di clienti e dati dei quali dispongono UBS e PwC con l'obiettivo di offrire informazioni dettagliate sui miliardari di tutto il mondo. Più di 30 interviste face to face con i miliardari e i loro eredi e, per la prima volta, anche un sondaggio svolto su più di 100 client advisor di UBS per scoprire interessi, luoghi e sogni dei super super paperoni e dei loro eredi.

RIPARTIZIONE REGIONALE DEI MILIARDARI

Se fino alla fine del 2018 le aziende quotate sul mercato azionario controllate da miliardari hanno registrato una performance in aumento del 17,8%, rispetto alla media dell'indice MSCI AC World pari al 9,1%, nel 2018 il trend si è invertito. Il dollaro forte e il mercato azionario volatile ha penalizzato questi soggetti. Nelle Americhe si è assistito a un leggero incremento della ricchezza: ben 33 i nuovi miliardari entrati nel club dei super paperoni in 12 mesi .

Più donne tra i ricchi del pianeta
Il numero di miliardarie donne in cinque anni è cresciuto del 46%. Effetto di una maggiore spinta all’imprenditoria ma anche di divorzi e separazioni super miliardarie. Come non ricordare il divorzio da record tra Jeff Bezos, patron di Amazon, e la moglie MacKenzie: a lei sono andati 36 miliardi in azioni e così è diventata la quarta donna più ricca del mondo.

Secondo lo studio, nel mondo attualmente ci sono 233 miliardarie donne, rispetto alle 160 del 2013 che crescono ad un tasso (39%) più alto di quello degli uomini. In Asia, oltre la metà (57 per cento) delle donne miliardarie sono arrivate a questi risultati da sole. Quattro su 10 delle miliardarie che sono arrivate a questo risultato hanno costruito questa ricchezza, operando nel settore del consumo e della vendita al dettaglio.

Negli ultimi cinque anni, la ricchezza delle donne che si sono fatte da sole ha aumentato la ricchezza del 131% (da 70,5 miliardi a 162,8 miliardi di dollari) rispetto a quella multi-generazionale che è aumentata del 14% (da 620,1 a 708.4 miliardi ).

IL PESO DELLE DONNE

Dati in miliardi (Fonte: UBS/PwC Billionaires Report 2019)

IL PESO DELLE DONNE

I più ricchi sono i paperoni tecnologici
Nel 2018 i “paperoni tecnologici” hanno visto la loro ricchezza aumentare più che in qualsiasi altro settore, grazie alle aziende già esistenti e ai nuovi protagonisti del mercato.

I SETTORI DOVE OPERANO I MILIARDARI

Numeri di individui e var. %. Anni 2013 e 2018 (*) Contains non-attributable categories (i.e. ride-hailing services, research institutes, data systems). Fonte: UBS/PwC Billionaires Report 2019

Miliardari da filantropi a promotori dell’impact invest
I miliardari stanno trasformando la filantropia. Hanno accumulato beni, hanno comprovate capacità di problem solving e organizzative; sono in posizioni di influenza. Ora la concessione di sovvenzioni tradizionali si è evoluta in filantropia strategica. Sono molti i filantropi miliardari che collaborano non solo tra loro, ma anche con le ONG, gli enti di beneficenza e le organizzazioni governative con le competenze e l'accesso necessari per guidare il cambiamento.

DOVE OPERANO I MILIARDARI FILANTROPI

Dati in percentuale (Fonte: UBS/PwC Billionaires Report 2019)

In Italia il 2018 lascia sul terreno 8 miliardari
Il numero totale dei miliardari italiani è sceso del 19% nel 2018, da 43 a 35.
Di questi 35 miliardari, tre sono new entry: 2 donne e 1 uomo peraltro con meno di 50 anni. Questi 3 nuovi paperoni italiani hanno aggiunto 3,9 miliardi di dollari in nuova ricchezza. Il 40% dei miliardari italiani è self-made e la ricchezza miliardaria totale in Italia è scesa del 16% fino a raggiungere 142,7 miliardi di dollari. I miliardari italiani self-made detengono il 51% della ricchezza totale. Nell'ultimo anno, i miliardari italiani hanno sottoperformato l'indice MSCI ACWI del 7%.

«Il boom nella nascita di nuovi miliardari a cui abbiamo assistito negli ultimi cinque anni ha subito una correzione naturale - spiega Paolo Federici, UBS Global Wealth Management Market Head Italy . - Il dollaro più forte, nonché una maggiore incertezza dei mercati azionari in un contesto geopolitico movimentato hanno creato le condizioni per questa decrescita. Tuttavia, a dimostrazione di come il loro business sia prospero, i miliardari continuano a creare e guidare imprese che sovraperformano costantemente gli indici dei mercati azionari. Questo talento si è riversato anche nelle loro attività filantropiche, dato che questa élite è sempre alla ricerca di nuovi modi per contribuire all'evoluzione ambientale e sociale. Il “Billionaire Effect” è forte ed in buona salute in tutto il mondo».

Nel 2018, l'unica ricchezza che è cresciuta in Italia è quella legata al settore industriale, che ha registrato un marginale del 2% (da 11,9 miliardi a 12,1 miliardi di dollari)

15 ANNI DI CRESCITA

La ricchezza totale dei miliardari. In trilioni di dollari (Fonte: UBS/PwC Billionaires Report 2019)

15 ANNI DI CRESCITA
Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...