investimenti

Il fondo sovrano arabo fa shopping: 7,7 miliardi $ sulle blue chip in Usa ed Europa

Le partecipazioni maggiori in British Petroleum e Boeing, acquistate azioni anche di Facebook, Bofa, Citi, Walt Disney, Marriott, Pfizer e Starbucks

default onloading pic
(EPA)

Le partecipazioni maggiori in British Petroleum e Boeing, acquistate azioni anche di Facebook, Bofa, Citi, Walt Disney, Marriott, Pfizer e Starbucks


2' di lettura

Il fondo sovrano dell'Arabia Saudita fa shopping di azioni. Nei primi tre mesi dell’anno il veicolo ha investito 7,7 miliardi di dollari in blue chip statunitensi ed europee sfruttando il crollo dei prezzi determinato dal Covid-19.

I maggiori investimenti del Fondo per gli investimenti pubblici, presieduto dal principe ereditario Mohammed bin Salman, comprendono la partecipazione in British Petroleum per un valore di 827,8 milioni di dollari e quella in Boeing, valutata a 713,6 milioni di dollari.

Il fondo ha inoltre acquisito azioni di Facebook, Bank of America, Citigroup, Walt Disney, Marriott, Pfizer e Starbucks, secondo quanto riportato dalla documentazione depositata presso la Sec, la Consob statunitense.

Alcune delle nuove partecipazioni, tra cui quella nell’operatore di crociera Carnival e quella nel promotore di concerti Live Nation erano già state rese pubbliche nelle ultime settimane.

Yasir Rumayyan, il governatore del Public Investment Fund arabo, ha dichiarato il mese scorso che il fondo da 325 miliardi di dollari era attivamente alla ricerca di opportunità poiché la pandemia di Covid-19 aveva fatto precipitare i prezzi delle attività globali e lasciato le aziende alla disperata ricerca di liquidità.


Il fondo è molto attivo negli investimenti all’estero nonostante l'Arabia Saudita stia affrontando la peggiore crisi economica degli ultimi decenni, con il regno colpito dal doppio shock della pandemia e del crollo dei prezzi del petrolio.

Anche altri fondi sovrani nel Golfo, tra cui Mubadala di Abu Dhabi e Qatar Investment Authority, sono alla ricerca di opportunità di investimento, ma il Public Investment Fund si è rivelato il più attivo grazie all’impulso del principe Mohammed, che ne ha assunto la presidenza nel 2015: lo ha identificato come il veicolo principale per guidare i suoi ambiziosi piani di diversificazione dell'economia e di modernizzazione del regno.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti