ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTurismo ed enogastronomia

Il food made in Italy sbarca nel metaverso con visite e corsi virtuali (e acquisti reali)

Le esperienze  sono accessibili tramite Oculus per chi decide di prenotare un soggiorno in una casa vacanza con Loft Italy

di Natascia Ronchetti

Il virtual store di Loft Italy

2' di lettura

Non più semplice e “tradizionale” e-commerce ma un tour nel metaverso per scoprire da dove provengono le eccellenze enogastronomiche italiane, come vengono prodotte, come viene soppesata la qualità delle materie prime. Visitando virtualmente la cantina del vino che si vorrebbe acquistare, per esempio, o il caseificio da cui proviene un formaggio Dop.

Si deve a Loft Italy, azienda aostana che gestisce una trentina di case vacanza concentrate prevalentemente nel Nord Italia, la creazione di un virtual store del food&wine made in Italy. Idea che sta già riscuotendo successo tra i turisti statunitensi, inglesi e francesi e pronta ad essere sviluppata in tutte le città d'arte italiane.

Loading...

«Proponiamo questa piattaforma innovativa a tutti gli host che vogliono offrire agli stranieri non solo un prodotto ma anche una esperienza», dice Francesco Merlino, fondatore dell'azienda. I prodotti che vengono proposti coprono tutte le categorie merceologiche – dai latticini ai vini, dalla pasta all'olio d'oliva – e provengono per ora da una sessantina di produttori locali di sette regioni: Piemonte, Lazio, Lombardia, Trentino, Valle d'Aosta, Veneto e Toscana. Ad ognuno corrisponde una esperienza diversa. Lo store, concepito come una galleria d'arte con tante opere d'arte appese alle pareti, è accessibile tramite Oculus. E in questo spazio immaginario, dove il cibo è protagonista assoluto, il visitatore si può muovere, scegliendo in quale quadro entrare. Basta infatti un semplice gesto e le immagini si animano, fornendo informazioni sul processo di produzione, sull'artigianalità, sulle attività proposte.

Perché oltre a esplorare lo store e ad acquistare i prodotti desiderati, il turista può prendere parte a eventi di social reality in una sala dedicata. Si va dalle lezioni di italiano per stranieri a conferenze sul tema del food per arrivare a vere e proprie cooking class, lezioni per apprendere i segreti delle tradizioni gastronomiche italiane, a partire da quelle perpetuate dalle sfogline.

«Tutto è nato da un desiderio che ci è stato manifestato dagli stessi turisti che affittano le case vacanze in città come Firenze o Venezia – spiega Merlino –. Oggi siamo in grado di offrire non solo il pernottamento ma anche prodotti da scoprire con una immersione in 3D tra le eccellenze del made in Italy», prosegue Merlino.

I numeri sono ancora piccoli, le transazioni effettuate sino ad ora sono state circa un migliaio. Ma l'obiettivo, con l'espansione nelle principali città del Sud, cominciando da Napoli e Palermo, è quello di arrivare a quota 10mila entro la fine del prossimo anno, quando Loft Italy prevede di essersi radicata anche nel Meridione.

Molte aziende che operano nel settore inoltre si sono già fatte avanti per aprire temporary store virtuali monomarca. Lo store è fruibile da chi pernotta nelle case della community. Appena effettuata la prenotazione l'ospite riceve il link di accesso al metaverso, dove può iniziare a fare acquisti e a prendere visione di ciò che lo aspetterà una volta giunto a destinazione, anche attraverso tour virtuali della città scelta.
I prodotti alimentari scoperti durante il soggiorno in Italia potranno poi essere acquistati anche dopo il rientro nel proprio Paese, grazie al servizio di delivery.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti