Energia e Ambiente

Il futuro dell’edilizia passa da Made Expo

Superbonus, sostenibilità e nuove sfide del settore. Questi i temi al centro di MADE expo, fiera di riferimento del settore, in programma a Fiera Milano dal 22 al 25 novembre 2021

(SolisImages - stock.adobe.com)

2' di lettura

MADE expo, fiera leader in Italia per il settore delle costruzioni, sarà per la prima volta organizzata direttamente da Fiera Milano, attraverso la società Made Eventi S.r.l., di proprietà di Fiera Milano (60%) e di Federlegno Arredo Eventi (40%).

La fiera si svolgerà dal 22 al 25 novembre 2021 a Fiera Milano (Rho) e sarà alla decima edizione.

Loading...

Per ottimizzare le sinergie e andare incontro alle esigenze del mercato, quest’anno MADE expo si svolgerà in contemporanea a “Sicurezza”, mostra biennale internazionale nel settore di security & fire, e “Smart building expo”, la manifestazione della home & building automation e dell’integrazione tecnologica.

Nel corso dei tre giorni di mostra, percorsi formativi e aree dinamiche stimolanti si affiancheranno all’esposizione di prodotti, a workshop, a spazi B2B e a laboratori.

I numeri dell’ultima edizione

L'edizione 2019 di MADE expo ha potuto contare su 900 espositori e 47.500 mq di superficie netta espositiva, ed ha registrato più di 90.000 presenze, di cui circa il 10% straniere.

Il bonus 110% tra i temi principali della manifestazione

La qualità ambientale, l’energia, le nuove norme e la rinnovata competitività internazionale saranno al centro di MADE expo con tutti gli attori della building community. All’interno della manifestazione, infatti, il tema del superbonus 110% - misura che potrà traghettare l’Italia tra i Paesi all’avanguardia nel processo di riconversione energetica e di sviluppo sostenibilea - sarà tra i focus principali dell’evento.

All’interno della manifestazione, inoltre, sarà dedicato ampio spazio anche ai nuovi modelli di business, alle nuove figure professionali, alle nuove sfide per i progettisti di domani e di come le città debbano ridisegnare spazi e modi di abitare per affrontare la ‘nuova normalità’.

Le nuove sfide: un nuovo modo di costruire che abbraccia la sostenibilità

In un contesto italiano dove i grandi sviluppatori immobiliari internazionali guardano con interesse soprattutto alla riqualificazione di nuove aree urbane, le nuove sfide consistono nell’intercettare i trend tecnologici, sociali, ambientali e normativi che spingono gli agglomerati urbani e il tessuto industriale ad adeguarsi alle nuove esigenze della collettività.

Un’occasione importante per gli addetti ai lavori per avviare una riflessione sulla necessità di attivare un profondo cambiamento all’interno del settore edile, che passa dalla necessità di raggiungere obiettivi concreti per una nuova vivibilità urbana, ripensando le città in chiave sostenibile - dalla mobilità, alla digitalizzazione, all’efficienza delle strutture abitative - oltre che sull’importanza di fare impresa in maniera più sostenibile.

I numeri del settore delle costruzioni

Le costruzioni offrono un contributo dell’8% al Pil nazionale (fonte rapporto ANCE 2020) e sono in grado di generare, in virtù della loro lunga e complessa filiera collegata a quasi il 90% dei settori economici, l’effetto propulsivo più elevato sull’economia tra tutti i comparti di attività.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti