Notizie

Il galateo impone di non strafare

2' di lettura

Per un pranzo perfetto
«Pranzo di Natale perfetto? Il primo consiglio è di non strafare», parola di Andrea Ribaldone, chef e volto televisivo del format “Aiuto! Arrivano gli ospiti”, in onda con il designer Andrea Castrignano ogni giovedì dal 29 novembre su La5. «Il rischio in queste occasioni è sempre quello di strafare. Quindi, non sforziamoci di stupire con piatti a effetto, meglio andare su quelli ben collaudati». E quindi qual è il menu perfetto per un Natale impeccabile? Secondo Ribaldone, è buona regola partire con un piatto freddo, già preparato il giorno prima, pronto da portare in tavola e servire ai commensali mentre si termina di cucinare il resto del menu. Il classico salmone marinato è perfetto. «Seconda regola: sempre un gratinato al forno. Come lasagne, pasta farcita, timballo… che è un altro piatto salva-tempo e salva-stress». Poi non deve mancare mai una pasta ripiena in brodo, come cappelleti o agnolotti. Per spezzare le portate asciutte.

«A mio parere, inoltre, a Natale bisogna rispettare una regola d'oro, ovvero offrire sempre un po' di carne e un po' di pesce. Mai solo una tipologia di secondi, per esempio il tradizionale cappone e un pesce leggero». Per finire, il dessert deve essere un lievitato: immancabile il panettone, in tutte le sue rivisitazioni. «Può anche essere un semifreddo allo zabaione con pezzetti di panettone o pandoro. Ma il Re dei dolci natalizi non può mancare». L'addobbo della tavola? «Fondamentali il centrotavola – sottolinea Castrignano – e le lucine. E non temiamo di essere kitsch: il Natale minimale fa tristezza. Via libera al rosso, al bordeaux, al velluto… Assolutamente banditi, invece, piatti, stoviglie e tovaglioli di carta».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti