Oltre le regole

Il gentleman perfetto e i dettagli di un'eleganza senza tempo

Mentre a Firenze inaugura l'edizione Pitti Uomo 101, consigli per costruire il look adatto alle diverse occasioni, personalizzandolo con intelligenza e libertà.

di Luca Bruni

2' di lettura

Si comincia dalla barba e dalla cura dei capelli. Poi si passa alla camicia, alla cravatta (se la portate e quando è bene portarla), ai tessuti e al taglio dell'abito, agli accessori (dalla testa ai piedi, dal cappello alle scarpe, dai gemelli alla cintura). E' una guida completa, un viaggio a 360 gradi nella moda maschile “Il nuovo gentlemen. Il manuale dello stile e dell'eleganza senza tempo” di Bernhard Roetzel, edito dal Sole24Ore. Un percorso di eleganza scandito da tappe ed esempi, visto che è illustrato da 700 immagini che rendono la lettura piacevole e immersiva.

Una delle più belle definizioni di che cosa sia un gentleman l'ha data lo scrittore ungherese Sándor Márai: “Il gentiluomo è un fenomeno raro in tutte le società; non è un titolato membro di circolo con il monocolo e la erre moscia che gioca a fare il signore, ma colui che indipendentemente dalla propria condizione sociale sa che il motto sul blasone del principe del Galles dice «Ich dien» (io servo). E sa anche che una delle regole dei samurai recita: «Devi mantenere la tua parola anche se l’hai data a un cane”.

Loading...

Ma chi è nel 2022 l'uomo elegante, negli abiti e nei modi, nell'etica e nell'estetica che il mito del gentleman richiama? Leggendo il manuale di Roetzel si possono fare alcune considerazioni.

La prima è che conoscere le regole è un bel modo per ritagliarsi la libertà di reinterpretarle, di riscriverle, anche contraddirle e arrivare a ribaltarle per esprimersi al meglio.

Quando si sceglie un abito, una cravatta, una pochette, un paio di gemelli non è mai solo un dettato di moda, ma è un linguaggio. Un abito può essere serio e formale come una lettera ufficiale, con dettagli selezionati con cura e uno stile molto istituzionale. O viceversa può essere spontaneo, rilassato, informale come in uno scambio di battute fra amici. Dunque se l'abito è un linguaggio, va conosciuta la sua grammatica, le sue declinazioni, le sue collocazioni… Solo così siamo davvero consapevoli di quello che comunichiamo, dei messaggi che mandiamo, anche inconsapevolmente, quando ci vestiamo in un modo piuttosto che in un altro.

Un manuale come questo, sul Nuovo Gentlemen, va letto come “il libro delle possibilità”. Tutte le parole, tutti gli stili, tutti i vestiti, tutti gli accessori che un uomo può scegliere per raccontarsi,

e una mappa dettagliata di “come si portano”, “come si abbinano”, da considerare però proprio come una mappa per orientarsi dentro quella città sterminata che è la moda e l'eleganza.

Ogni mappa fotografa tutto, la città intera e le sue vie. Sta a te poi costruirti il tuo percorso e scegliere la tua strada.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti