AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùGiochi

Il gigante delle scommesse Flutter vola alla Borsa di Londra, ottimista sul 2022

Nei giorni scorsi il gruppo ha completato l'acquisizione dell'italiana Sisal. Il ceo: «Il secondo semestre è iniziato bene, ora aspettiamo l'avvio dei campionati di calcio»

di Giuliana Licini

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Seduta sprint per Flutter Entertainment alla Borsa di Londra, che ha accolto positivamente le prospettive per l'esercizio 2022 del numero uno mondiale delle scommesse e dei giochi online. La società, che ha completato l’acquisizione di Sisal il 4 agosto, si è mostrata ottimista sul resto dell’esercizio, dopo avere concluso la prima parte dell’anno con ricavi in progresso dell’11% a 3,38 miliardi di sterline, ma con un Ebitda in flessione del 23% a 434 milioni e una perdita netta in aumento a 113 milioni dal rosso di 86 milioni del primo semestre del 2021, di riflesso ad ammortamenti su acquisizioni per 286 milioni. A livello rettificato l’Ebita ammonta a 476 milioni (-20%), ma se si escludono le attività Usa la flessione si riduce all’11% a 608 milioni. Flutter precisa che l’andamento del primo semestre è in linea con le attese.

La società, che ha registrato livelli record nei giochi durante la prima parte della pandemia, spiega che l’Ebitda risente di maggiori investimenti negli Usa per ampliare l’attività e mettere le basi per raggiungere la redditività sull’intero esercizio nel 2023 e che Oltreoceano i conti sono già in nero nel secondo trimestre. Inoltre «le iniziative per scommesse più sicure e i cambiamenti delle normative internazionali hanno aumentato la sostenibilità del gruppo». Quanto alle prospettive, «non ci sono segnali discernibili di un rallentamento da parte dei consumatori», ha precisato il gruppo, rassicurando quindi il mercato quanto al possibile impatto dell'elevata inflazione sulle spese per giochi e scommesse. Nell’insieme il gruppo prevede l’Ebitda dell’esercizio in linea con il consensus, precisando che per le attività Usa i ricavi sono stimati sopra le attese a 2,32,5 miliardi, con una perdita Ebitda tra 225 e 275 milioni, mentre per il gruppo con l’esclusione degli Usa, l’Ebitda rettificato è atteso tra 1,29 e 1,39 miliardi, incluso il contributo per 5 mesi da Sisal. Nel 2021 l’Ebitda rettificato era stata pari a 1,24 miliardi. «La prima metà del 2022 è stata positiva per il gruppo grazie ai significativi progressi fatti per raggiungere gli obiettivi strategici che abbiamo presentato a marzo», ha commentato il ceo Peter Jackson, dicendosi particolarmente soddisfatto dell’andamento degli Usa, dove il gruppo ha rafforzato la leadership nelle scommesse sportive online con Fanduel che ha raggiunto una quota di mercato del 51%. «Il secondo semestre del 2022 è iniziato bene e adesso aspettiamo l’inizio dei campionati di calcio negli Usa e in Europa», ha aggiunto il ceo. Flutter Entertainment è nato dalla fusione di Paddy Power e Betfair, avvenuta nel febbraio del 2016 ed opera sotto vari brand, tra cui Adjarabet, BetEasy, Betfair, FanDuel, Fox Bet, Full Tilt Poker, Paddy Power, PokerStars, Sky Bet, Sportsbet, Timeform e TVG Network. L’acquisizione di Sisal per un corrispettivo di 1,9 miliardi di euro, era stata annunciata il 23 dicembre 2021 ed è stata completata nei giorni scorsi, dopo avere ottenuto le autorizzazioni regolamentari.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti