ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùoggi la presentazione del piano

Il giorno di Cnh Industrial: il mercato chiede lo spin off di Iveco

Sul tavolo lo scorporo di camion e grandi motori di Riccardo Barlaam

di Riccardo Barlaam

default onloading pic

Sul tavolo lo scorporo di camion e grandi motori di Riccardo Barlaam


2' di lettura

Un fiume di dollari. Donald Trump negli ultimi mesi ha deciso 28 miliardi di aiuti per gli agricoltori americani. Due tranche di finanziamenti per compensarli dalle perdite dei dazi cinesi sulle esportazioni di prodotti agricoli Usa. I 28 miliardi di finanziamenti spingono le attese a Wall Street sulle azioni di tutte le società legate al settore primario. Su questa scia anche Cnh Industrial che oggi si presenta alla Borsa americana e alla comunità degli investitori nel suo Capital Markets Day.

Un giorno importante che secondo le indicazioni del ceo Hubertus Muhlhauer dovrebbe indicare la direzione che la società, controllata al 26,89% da Exor, la cassaforte della famiglia Agnelli, «prenderà nei prossimi 10-15 anni».

Il titolo Cnh Industrial nell’indice Piotroski F-Score è al momento a quota 7, su una scala che va da 1 a 9. Il Piotroski F-Score è utilizzato dai broker di Wall Street per valutare la forza finanziaria di una società. La scala da 1 a 9 determina se il titolo di una determinata azienda ha ancora spazi di crescita.

A questo quadro già positivo, si aggiungono le prospettive di aumento di valore per il gruppo da uno scorporo dalla capogruppo, che punterebbe sulle macchine agricole con le due controllate Case e New Holland, dalle divisioni dei camion e autobus di Iveco e dei motori di Powertrain.

La forma di conglomerata di Cnh non permette di valorizzare in pieno le potenzialità di New Holland e Case: Cnh al momento tratta in Borsa per 5,8 volte gli utili attesi nel 2019, contro la concorrente John Deere & Co. che viene scambiata 11,7 volte gli utili attesi. Da qui la decisione del possibile scorporo da Cnh Industrial di Iveco e Powertrain, sul modello di quanto già fatto dal gruppo Fca con Ferrari.

Iveco da sola realizza un fatturato di 11 miliardi, sui 27,8 miliardi complessivi di Cnh del 2018. La società ha registrato un ebit adjusted di 299 milioni, in crescita del 53%. Ma la divisione macchine agricole di Cnh ha margini tripli.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Riccardo Barlaamcorrispondente da New York

    Luogo: New York, USA

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza e politica internazionale

    Premi: Premio Baldoni (2008), Harambee (2013), Overtime Film Festival (2017)

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti