Parterre

Il Governo di San Marino rompe il silenzio sulle banche


1' di lettura

Per il sistema bancario di San Marino, le peggiori «sofferenze» non sono quelle iscritte in bilancio, ma quelle che pesano sulla reputazione: decenni di scandali e dissesti finanziari . I problemi finanziari, gestionali e di trasparenza delle banche del Titano sono ben noti alle autorità di vigilanza sul credito, ma ora anche la classe politica locale sembra finalmente averne preso atto. Dopo un lungo silenzio, la Segreteria di Stato per le Finanze e il Bilancio di San Marino ha infatti dichiarato pieno sostegno alla decisione della Banca Centrale di sospendere gli organi amministrativi di Asset Banca. «Il Governo di San Marino - si legge in una nota - ha preso atto e condiviso l'azione della Banca Centrale di San Marino nell'esercizio della sua autorità di Vigilanza: dal percorso in atto emergerà un sistema bancario che rispetta le regole della legalità e della trasparenza, robusto ed in grado di competere a livello internazionale al pari degli intermediari di altri paesi europei e non europei. I risparmiatori saranno tutelati e protetti dallo Stato, dal Governo e dalla Banca Centrale». (R.Fi.)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...