lo scontro tra poteri

Il Governo Usa cerca di silurare il magistrato dei casi legati a Trump ma non ci riesce

Il ministro della Giustizia annuncia le dimissioni di Berman, procuratore di New York, ma egli replica: non è vero, resto al mio posto finché non mi avrà sostituito il Senato

di Redazione Esteri

default onloading pic
Geoffrey Berman, procuratore del Distretto Sud di New York (Afp)

Il ministro della Giustizia annuncia le dimissioni di Berman, procuratore di New York, ma egli replica: non è vero, resto al mio posto finché non mi avrà sostituito il Senato


1' di lettura

Il procuratore del Distretto Sud di New York, Geoffrey Berman, sta indagando sul ruolo di Rudolph Giuliani nell’Ucraina-gate e ha fatto condannare Michael Cohen, ex avvocato di Donald Trump. Il 19 giugno, di venerdì sera, quando l’attenzione dell’opinione pubblica è più bassa, il ministro della Giustizia di Trump, William Barr, ha comunicato le dimissioni di Berman e il nome del suo successore. Ma il magistrato lo ha smentito: «Non mi sono dimesso né ho intenzione di farlo. Me ne andrò quando la nomina del mio successore sarà ratificata dal Congresso».

Lo scontro con il potere giudiziario
Il caso Berman apre uno scontro duro tra l’ammistrazione Trump e un ufficio dell’accusa - quello di Manhattan - che, per la tradizionale indipendenza dal potere politico e dal Governo in carica, è stato soprannominato il “Sovereign District of New York”. Inoltre Geoffrey Berman, che lo dirige, è stato nominato da una Corte e non dal Governo. È quindi molto dubbio da un punto di vista giuridico, che il Procuratore generale degli Stati Uniti - incarico equivalente al ministro della Giustizia - lo possa rimuovere. Di certo Barr ci ha provato e, come in altri recenti scontri che hanno indebolito l’amministrazione Trump, il tentativo è quello di allontanare gli uomini che non sono fedeli al presidente.

https://twitter.com/SDNYnews/status/1274178732476059650?s=20

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti