banche

Il Gruppo Iccrea lancia la rete d’impresa del turismo

I partner nel loro insieme offrono già servizi a circa 7 mila alberghi, 4.500 esercenti e a un network costituito da più di 10 milioni di utenti e vantano un fatturato di 21 milioni di euro l'anno (con un Ebitda superiore al 13%) impiegando oltre 400 collaboratori

di Alberto Annicchiarico

default onloading pic
(Kirk Fisher - stock.adobe.com)

I partner nel loro insieme offrono già servizi a circa 7 mila alberghi, 4.500 esercenti e a un network costituito da più di 10 milioni di utenti e vantano un fatturato di 21 milioni di euro l'anno (con un Ebitda superiore al 13%) impiegando oltre 400 collaboratori


3' di lettura

Due anni di evoluzione per portare il turismo dalla banca a una rete d'impresa con un network da oltre 10 milioni di utenti. Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, forte di una quota di mercato del 10,3% e di un volume di impieghi lordi al 2019 pari a 3,2 miliardi di euro nel 2019, spinge sul suo progetto che mette al centro dati, digitale e formazione al servizio degli albergatori e da “In Tour - Innovative Tourism” lo trasforma in “In Tour Rete d'Impresa”. Sei nuovi partner danno all'operazione una dimensione definitivamente nazionale.

I partner

tratta di Titanka!, web company leader in Italia nello sviluppo di piattaforme web specializzate nel settore turistico; AlbergatorePro, società di formazione e consulenza per albergatori professionisti, oggi principale community di settore in Italia; Valica, che si contraddistingue per i suoi 10 milioni di utenti che navigano sui suoi siti web (tra cui “Turisti per caso”) per offrire soluzioni e servizi per valorizzare il territorio; Snowit, l'agenzia viaggi online per la prenotazione della vacanza in montagna; NBF, leader nella realizzazione di sistemi software per la gestione di campagne marketing e di fidelizzazione; Imola Informatica, società di consulenza IT che offre servizi ai principali gruppi finanziari ed assicurativi, e che tramite una specifica piattaforma d'integrazione, consente la completa digitalizzazione dei territori.I partner nel loro insieme offrono già servizi a circa 7 mila alberghi, 4.500 esercenti e a un network costituito da più di 10 milioni di utenti e vantano un fatturato di 21 milioni di euro l'anno (con un Ebitda superiore al 13%) impiegando oltre 400 collaboratori.

Data Intelligence

Gli altri tasselli importanti dell'operazione sono la partecipazione di RetImpresa – l'agenzia di Confindustria per le aggregazioni e reti di impresa – nel ruolo di advisor, e l'ingresso a febbraio del gruppo Iccrea nel capitale di HBenchmark, la piattaforma di Data Intelligence che consente agli hotel di operare con consapevolezza nel complesso mercato della ricezione alberghiera acquisendo e valutando in tempo reale indicatori essenziali di confronto per formulare il giusto prezzo al momento giusto.

L'analisi dei dati si unisce al primo prodotto del progetto, il CRM (Customer Relationship Management) per il canale hotel, un servizio che nonostante la crisi sanitaria generata dal Coronavirus, ha consentito alle strutture che lo utilizzano di registrare ricavi superiori al 2019 per 14 milioni di euro.

Turismo esperienziale e formazione

«In questo progetto - commenta Gabriele Nanni, presidente di “In Tour Rete d'Impresa” e responsabile dell'unità operativa sviluppo nuove opportunità commerciali del Gruppo Iccrea - troviamo analisi dei dati, web marketing, turismo esperienziale. Il nostro messaggio è che non siamo qui per prestare soldi ma per unire la parte finanziaria al miglioramento della performance dell'albergo, anche in chiave prospettica».

E infatti, prosegue Nanni, «in cima a tutto c'è la formazione che consente di usare in maniera adeguata il cruscotto per l'analisi dei flussi». In due anni i pomeriggi di formazione hanno contato 50 tappe, 2500 alberghi, 4100 persone.Secondo il Gruppo Bancario Cooperativo che riunisce 136 Bcc ed è terzo in Italia per numero di sportelli, non mancano, di riflesso, i vantaggi per gli stessi turisti.

«Conoscendo per tempo i flussi - conclude Nanni - si può fare la giusta promozione, ad esempio alle cantine dell'entroterra, portando valore a tutto l'indotto. Inoltre l'albergo lavora anche quando il turista va via e di fatto diventa il primo tour operator per il turista stesso».

Cosa succede adesso

Prossimi passi: la Fiera sul turismo “TTG” del 14, 15 e 16 ottobre sarà il momento in cui sarà data massima esposizione al progetto ed ai partner per verificare e provare i servizi che tutta la rete ed il Gruppo Iccrea metteranno a disposizione del territorio. Un'altra tappa - di carattere formativo - è prevista per il 16 e 17 novembre durante Albergatore Pro 2020, il vertice annuale per albergatori professionisti (punto di riferimento in Italia in termini di formazione per attività ricettive) per orientare le scelte strategiche dell'azienda alberghiera.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti