Mostra del Cinema di Venezia 2021

Il Leone d’oro va al francese «L'événement»

La Coppa Volpi per le migliori interpretazioni è andata a Penélope Cruz e all’attore filippino John Arcilla. Nel palmarès Paolo Sorrentino e Michelangelo Frammartino

di Andrea Chimento

"Il bambino nascosto" chiude Mostra di Venezia tra gli applausi

2' di lettura

Il Leone d'oro va al francese «L'événement»: il film di Audrey Diwan ha vinto il riconoscimento più importante della 78esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.
Non era tra i grandi favoriti della vigilia questo intenso lungometraggio drammatico (tratto dal romanzo omonimo di Annie Ernaux) ambientato nella Francia degli anni Sessanta, con protagonista una brillante studentessa che vede la sua vita cambiare improvvisamente quando scopre di essere rimasta incinta.

Con l'avvicinarsi degli esami finali e una gravidanza non voluta, la giovane cercherà un modo per abortire clandestinamente.

Loading...

Un premio che fa discutere

Capace di scuotere e girato con grande maturità registica, «L'événement», nonostante i pregi, non è però uno dei titoli più riusciti e apprezzati del concorso di quest'anno e questo premio si prepara a far discutere a lungo.Da evidenziare che per il secondo anno consecutivo il Leone d'oro va in mani femminili, dopo la vittoria di Chloé Zhao con «Nomadland» lo scorso anno.

Venezia 2021: i vincitori

Venezia 2021: i vincitori

Photogallery12 foto

Visualizza

Gli italiani

In molti speravano nella vittoria di Paolo Sorrentino con il potente ed emozionante «È stata la mano di Dio», che ha ottenuto il comunque importantissimo Gran Premio Della Giuria, oltre al Premio Mastroianni (destinato agli attori emergenti) al giovane Filippo Scotti. Altro successo italiano è quello di Michelangelo Frammartino, coraggioso autore di casa nostra che ha dimostrato nuovamente il suo talento con «Il buco», film che racconta l'impresa di un gruppo di speleologi andati a esplorare una grotta nell'entroterra calabrese: la pellicola ha vinto il Premio Speciale della Giuria.

Attrice e attore

La Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile è andata all'eccellente Penélope Cruz di «Madres paralelas» di Pedro Almodóvar (l'attrice spagnola ha dimostrato la sua bravura anche in un altro ottimo film in concorso, l'argentino «Competencia oficial»).Decisamente meno famoso è invece l'attore filippino John Arcilla, che per la sua prova in «On the Job: The Missing 8» di Erik Matti ha ottenuto la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile.

Gli altri premi

Il Leone d'argento per la miglior regia è andato alla neozelandese Jane Campion per «The Power of the Dog», film che conferma le straordinarie capacità tecniche dell'autrice di «Lezioni di piano».«The Lost Daughter», esordio alla regia di Maggie Gyllenhaal tratto da un romanzo di Elena Ferrante, ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura. Il miglior film della sezione Orizzonti è il lituano «Pilgrims» di Laurynas Bareisa, mentre il titolo di miglior opera prima è il rumeno «Imaculat» di Monica Stan e George Chiper, presentato all'interno delle Giornate degli Autori.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti