la ricerca

Il lockdown? Migliora la capacità di gestione del cambiamento dell’81% delle persone

Riccarda Zezza, ceo di Life Based Value: «Nei momenti di crisi, le persone tirano fuori competenze ed energie inaspettate, e le aziende hanno l’opportunità di migliorare i processi e di innovare»

default onloading pic

Riccarda Zezza, ceo di Life Based Value: «Nei momenti di crisi, le persone tirano fuori competenze ed energie inaspettate, e le aziende hanno l’opportunità di migliorare i processi e di innovare»


2' di lettura

Nei prosismi mesi, una persona su quattro arriverà ad avere livelli tossici di stress, perdendo fino al 35% di produttività sul lavoro. Se le previsioni del World economic forum si avvereranno, la domanda da porsi adesso è quali sono le reali esigenze dei lavoratori a vantaggio del loro benessere, produtitvità e performance. Quali azioni intraprenderanno le imprese nella Fase 2?

Life Based Value, azienda HR-tech, specializzata nella formazione basata sulle transizioni, sta lavorando per provare a invertire questa tendenza cogliendo il potenziale di sviluppo che questa crisi, come ogni transizione della vita, porta con sé. Il punto di partenza sono i risultati di un sondaggio svolto dalla società nell’ultimo mese: il il 41% delle persone dichiara spontaneamente di aver migliorato alcune competenze grazie all’esperienza del lockdown. Per esempio? La capacità di gestione del cambiamento, come dice l’81% del campione formato da 1.800 dei 10.000 lavoratori dipendenti partecipanti ai webinar organizzati da Lifa based Value, e l’apertura mentale, come dice oltre la metà (il 53%). L’83%, inoltre, si aspetta che la propria azienda faccia spazio al cambiamento e il 69% che i datori di lavoro per favorire il rientro ascoltino pensieri e stati d’animo delle loro persone. Il manager ideale nella Fase 2 dovrà quindi avere grandi doti di ascolto (68%) e di condivisione (70%).

In una fase molto problematica, in cui le energie delle aziende sono rivolte in molti casi a come garantire, nella pratica, la continuità della produzione e dei servizi, l’ascolto, la condivisione e la partecipazione diventano vere e proprie sfide. Riccarda Zezza, ceo di Life Based Value, ha però spiegato che «nei momenti di crisi, le persone tirano fuori competenze ed energie inaspettate, e le aziende hanno l’opportunità di migliorare i processi e di innovare. Tutto questo si paga con la fatica che ogni crisi comporta, ma è anche una grande opportunità di miglioramento per tutto il sistema. Perderla sarebbe un delitto, quando basta creare lo spazio perché avvenga». Per poter mettere a frutto queste energie Life Based Value ha creato anche un master, denominato Master Crisi: si tratta di un programma digitale che si rivolge a tutti i lavoratori indipendentemente dal ruolo e dal livello professionale e che consente alle aziende di formare e ascoltare le proprie persone attraverso la crisi, valorizzando l’opportunità che questa esperienza dà di mettere in campo nuove competenze e di innovare modi di lavorare e di produrre. Il programma durerà 3 mesi, alternando formazione multimediale, esercizi di riflessione individuale e collettiva.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti