Lifestyle

«Il lusso secondo me»: in un libro le 60 interviste di How To Spend It

Cos'è il lusso? Quanto è legato al gusto personale e quanto al racconto sociale? Personaggi del mondo dello spettacolo, accademici, filosofi, scienziati si raccontano nel volume di Nicoletta Polla Mattiot edito dal Sole 24 Ore


«Il lusso secondo me», in un libro le 60 interviste di How To Spend It

2' di lettura

Per Federica Pellegrini il lusso è un traguardo, la capacità di concentrarsi e superare i limiti. Per Giovanni Soldini è navigare in barca a vela per viaggiare lontano e ritrovarsi solo in mezzo al mare. Per Bebe Vio è lo sguardo con cui giudichi quel che accade: la fortuna si costruisce con la volontà. Per Andrea Bocelli è la libertà, per Oliviero Toscani è saper essere rivoluzionari restando se stessi, per Samantha Cristoforetti è sognare qualcosa per tutta la vita e raggiungerlo dopo aver lavorato sodo. Sono solo alcune delle definizioni del piacere di vivere, raccolte nel libro di Nicoletta Polla-Mattiot, «Il lusso secondo me» .

Sono 60 lunghe interviste, raccolte nell'arco di cinque anni, dalla data di nascita del mensile How to Spend it, che provano a indagare perché ci sono cose che ci piacciono istantaneamente, altre che impariamo ad apprezzare e a fare nostre a poco a poco, altre ancora che riconosciamo preziose, importanti, persino eccezionali, ma al cui fascino restiamo indifferenti.

Che cos'è il lusso? Quanto è legato al gusto personale e quanto al racconto sociale? In che misura contribuiscono valore economico e valore simbolico? La domanda si allarga da “che cosa ti piace” a “per che cosa vorresti avere più tempo”. Su questo terreno si misurano scrittori, scienziati, registi, filosofi, teologi, sociologi, economisti: la sfida è provare a definire per cosa vale davvero la pena di spendere le proprie risorse, dove orientare il proprio investimento emotivo, mentale e materiale.

Una serie di incontri che esplorano la bellezza e il lato piacevole della vita. Come dice l'antropologo Marc Augé, uno dei 60 intervistati, «non si tratta di un'astrazione. Il lusso inatteso è la felicità, anzi le felicità plurali e nonostante tutto». C'è spazio anche per riflettere sul futuro del Pianeta: lo fa Giuseppe Notarbartolo di Sciara. «Il vero lusso oggi è vivere in un mondo sano, vitale e vario. E' la qualità di quel che respiri e di quel che mangi, la qualità dell'aria, della terra, del mare. Preservare tutto questo significa non tagliare il ramo su cui siamo seduti».

Il volume è in edicola dal 13 dicembre, in concomitanza con l'uscita del nuovo numero di How to spend It, dove rimarrà disponibile per tutto il mese, oltre che in tutte le librerie.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...