borsa parigi

Il lusso trionfa con Hermes nel Cac 40, esce Lafarge Holcim

di Giuliana Licini

(AFP)

2' di lettura

Il lusso brilla sempre più nel listino parigino con l'entrata di Hermes nell'indice Cac 40, in sostituzione di Lafarge Holcim. La nuova formazione dell'indicatore-faro della Borsa francese è stata decisa dal consiglio scientifico di Euronext, che ha fatto la revisione trimestrale degli indici sulla base di una serie di criteri matematici (capitalizzazione, flottante e liquidità). Hermes, che ha le sue origini nel 1837 quando il sellaio Thierry Hermes aprì a Parigi una bottega di bardature e finimenti per cavalli ed è ora uno dei marchi più iconici del lusso globale nell'abbigliamento, nella pelletteria e negli accessori, farà il suo debutto ufficiale nel Cac 40 il 18 giugno, mentre Lafarge Holcim, il gruppo franco-svizzero del cemento che faceva parte dell'indice dal 1987, ne uscirà.

Gli analisti rilevano che Hermes era un candidato naturale a fare il suo ingresso nel Cac 40. Il titolo (566,4 euro nella tarda mattinata, in progresso dell'1%, mentre il Cac 40 cede lo 0,4%), ha guadagnato il 27% circa dall'inizio dell'anno e la capitalizzazione di Borsa odierna è di quasi 60 miliardi di euro, più del doppio, per fare un esempio, di quella della Societe' Generale. Nel 2017 Hermes ha segnato un fatturato di 5,5 miliardi (+7%) e una redditivita' record, con un utile netto di 1,22 miliardi (+11%) e un risultato operativo ricorrente di 1,9 miliardi (+13%). Nel primo trimestre 2018 il fatturato è aumentato dell'11% a cambi costanti e del 3% a cambi correnti a 1,39 miliardi di euro, grazie soprattutto all'Asia. A fine 2017 aveva 13.500 dipendenti, con un aumento di 600 persone (400 in Francia) rispetto al 2016. Con l'arrivo di Hermes, fanno notare gli analisti, il peso del lusso - già rappresentato nel listino parigino da colossi planetari come Lvmh (150 miliardi di capitalizzazione) e Kering (62 mld) - arriverà a oltre 270 miliardi di euro, pari circa il 17% della capitalizzazione complessiva dell'indice. Se poi si aggiunge L'Oreal, che attualmente capitalizza 114 miliardi, si arriva a un quarto della capitalizzazione lorda del Cac 40. Senza contare, che una volta in porto la fusione Luxottica-Essilor, anche il nuovo big dell'occhialeria sarà quotato Oltralpe. Lafarge Holcim (-0,13% a 44,6 euro) ha invece sotto-performato in Borsa dalla fusione nel 2015 della francese Lafarge con la svizzera Holcim e ha attualmente una capitalizzazione di Borsa di circa 27 miliardi di euro. Tra gli altri spostamenti di rilievo negli indici francesi, si segnala l'uscita di Iliad dal Cac Next 20, che viene spesso considerato l'anticamera del Cac 40, al Cac Mid 60 e al Cac Mid e Small Cap, mentre nel Cac Next fa il suo ingresso la società di videogiochi Ubisoft. Iliad (oggi invariata a 149 franchi) ha perso quasi il 26% da inizio anno.

Loading...

(Il Sole 24 Ore Radiocor)


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti