lusso

Il mago italiano delle Jimmy Choo passa all’americana Capri Holdings

Alberto Gozzi, storico produttore toscano delle scarpe amate dalle celebrities è stato acquisito dalla società Usa proprietaria anche di brand Versace, Michael Kors e Jimmy Choo

di Silvia Pieraccini

default onloading pic
(Afp)

Alberto Gozzi, storico produttore toscano delle scarpe amate dalle celebrities è stato acquisito dalla società Usa proprietaria anche di brand Versace, Michael Kors e Jimmy Choo


2' di lettura

La filiera toscana della pelle continua a esercitare un’attrazione fatale per i grandi marchi mondiali del lusso. Dopo lo shopping reiterato dei francesi (soprattutto nella pelletteria), questa volta tocca agli americani di Capri Holdings – proprietari dei brand Versace, Michael Kors e Jimmy Choo – acquisire una storica azienda familiare di scarpe da donna della provincia di Pistoia, Alberto Gozzi, che produce per Dolce e Gabbana, Calvin Klein e da tempo anche per il marchio-icona di calzature Jimmy Choo, amato dalle celebrities di mezzo mondo.


L’operazione, annunciata da una nota di Capri Holdings, sarà completata nel quarto trimestre fiscale del gruppo americano (gennaio-marzo 2020). Il valore per adesso non è stato reso noto.
Dopo il passaggio di mano Alberto Gozzi continuerà a produrre scarpe per Jimmy Choo e anche per Versace – precisa Capri Holdings – e in un secondo momento aggiungerà le linee Michael Kors. L’operazione, la prima di natura produttiva per il gruppo americano, si configura dunque come un’integrazione della filiera.


Alberto Gozzi, dal nome del fondatore che 45 anni fa avviò la produzione artigianale a Chiesina Uzzanese, nel 2018 ha fatturato 24,6 milioni di euro (+33% sull’anno precedente, in linea con i livelli del 2016) con 355mila euro di utile. «Siamo entusiasti di dare il benvenuto agli artigiani di Gozzi – ha commentato il presidente e ceo di Capri Holdings, John D. Idol – l’acquisizione ci consente di allinearci alle best practies del settore e di rafforzare le competenze tecniche del settore del lusso».

Capri Holdings, quotata a New York, ha chiuso il trimestre luglio-settembre con ricavi in aumento del 15% rispetto allo stesso periodo del 2018 (a 1,44 miliardi di dollari).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti