ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStart up

Il markertplace TimeFlow inserito da Banca Intesa nell’Elite Longue 2022

di Vincenzo Rutigliano

 I fondatori di TimeFlow

2' di lettura

In meno di due anni si è popolata di quasi 300 tra clienti e fornitori del calibro di Pwc, Deloitte, Randstad, EY. È la piattaforma creata da TimeFlow per la ricerca di partner tecnologici, start up, nata a Lecce a maggio 2020, che ha fatto la differenza sul mercato grazie allo sviluppo di soluzioni basate su algoritmi proprietari, che riescono a dare una risposta efficace e puntuale alle esigenze di scouting e procurement dei clienti.

È stata proprio questa forte capacità di execution con un team dalla visione strategica chiara, e concentrato sugli obiettivi di crescita, che ha fatto di TimeFlow l’unica azienda del Sud Italia che il gruppo bancario Intesa San Paolo ha selezionato per inserirla nella nuova Elite Longue 2022, il percorso dedicato alla valorizzazione di start up ad alto contenuto di innovazione. La srl, società benefit, è stata dunque individuata, insieme ad altre 20 start up italiane, per partecipare appunto ad Elite, un programma utile alla crescita e all’accesso delle Pmi ai mercati dei capitali privati e pubblici.

Loading...

TimeFlow è un marketplace B2B nel settore Ict, totalmente in cloud che, attraverso una piattaforma effettua con un algoritmo in machine learning un’analisi in real-time della compatibilità tra le esigenze tecnologiche indicate dai clienti, al momento della pubblicazione dei loro progetti sulla piattaforma, ed i profili resi disponibili dai fornitori di servizi It, individuando il miglior match. Dunque è una piattaforma utile per le aziende (società di consulenza informatica, software house, accademie tecnologiche, agenzie per il personale, ecc.), alla ricerca di software developer da ingaggiare per le loro esigenze.

TimeFlow risponde ad un bisogno sempre più avvertito nel settore, ovvero reperire con successo le competenze specialistiche necessarie. Per questo la piattaforma, spiega Lorenzo Danese, ad e socio di TimeFlow, attivo nel settore da 10 anni e alla sua terza iniziativa imprenditoriale di creazione di start up betobe, «favorisce l’incontro tra domanda ed offerta di competenze anche a livello internazionale ed è destinato ad aziende medio grandi, non già per trovare professionisti ma aziende». Alla piattaforma di Time Flow – società benefit che dovrebbe chiudere il fatturato 2022 a 300mila euro – accedono le imprese solo se hanno credit score sufficiente, se cioè sono stabili e solvibili, e Time Flow ne verifica le attività prestate attraverso, appunto, algoritmi di intelligenza artificiale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti