innovazione

Lab24: le storie visual del Sole 24 Ore a portata di smartphone

Lab24 è una area di sviluppo di nuovi format di racconto con una forte connotazione visuale. Il risultato di un lavoro di team tra giornalisti, sviluppatori, web designer, grafici e infografici

di Luca Salvioli


default onloading pic

3' di lettura

Diciotto momenti chiave, sfogliabili in formato card, che seguendo una timeline raccontano gli otto anni di Mario Draghi alla presidenza della Bce e le misure eccezionali messe in campo, accompagnate dal grafico con l'evoluzione dei tassi che con il passare degli anni scendono e finiscono, per la prima volta, sottozero.

È l'ultimo progetto sviluppato su Lab24, online da pochi giorni in coincidenza con la fine del mandato di Draghi. Ed è il risultato di un lavoro di team che coinvolge i giornalisti del Sole 24 Ore, lo sviluppo software fatto internamente, il web design, l'infografica e la grafica, la sperimentazione in ambito video, i dati dell'ufficio studi, la ricerca che da anni porta avanti Infodata.

Un mix di competenze che ha una lunga tradizione sul giornale e che ha un suo spazio evolutivo sul digitale, all'interno del Sole24ore.com. Su lab24.ilsole24ore.com da oggi sono raccolti i migliori lavori realizzati internamente, dai testi al codice.

Di più ne arriveranno nelle prossime settimane. Lab24 è una area di sviluppo di nuovi format di racconto con una forte connotazione visuale. Pensati innanzitutto per una fruizione su smartphone, dove oggi la maggior parte degli utenti si informa.

I principali formati sviluppati al momento riguardano la visualizzazione di classifiche interattive, le card, i database, i longread, i motion graphic. Altri ne arriveranno, in una evoluzione rapida come rapido è il cambiamento del giornalismo digitale, inserito in un contesto competitivo rivoluzionato rispetto a pochi anni fa, dove l'attenzione degli utenti è un bene raro e prezioso, preso d'assalto dalle grandi piattaforme.

    Le classifiche interattive hanno la loro massima espressione con la storica indagine sulla qualità della vita curata dal Sole 24 Ore del Lunedì, che quest'anno vedrà la trentesima edizione e negli ultimi mesi ha visto un percorso di avvicinamento con l'arrivo di nuovi indici. Interrogando il database si scoprono le province italiane a partire dai numeri, si possono osservare tendenze e curiosità, mettere a confronto città diverse, guardare le edizioni passate.

    Il formato card è invece adatto a un racconto con una struttura più semplice. Come carte da sfogliare per cogliere l'essenza di un tema. Lo abbiamo utilizzato per visualizzare con un linguaggio molto grafico e social le diseguaglianze all'interno dell'Europa. Oppure le principali misure di politica monetaria messe in campo dalla banca centrale europea negli otto anni di Mario Draghi .

    Il longread è un formato in espansione, molto usato dalle grandi testate internazionali per articoli lunghi e reportage corredati da immagini ampie e infografiche di dettaglio. Lo spartiacque a livello internazionale per questo genere giornalistico fatto di racconto lungo, grafica interattiva, immagini aeree e animazioni è stato “Snow fall”, un approfondito reportage pubblicato nel 2012 dal New York Times su una valanga che sorprese, uccidendoli, alcuni sciatori. L'esito di un lavoro di mesi che aveva messo insieme professionalità molto diverse ed è valso un pulitzer al giornale americano nel 2013.

    Su Lab24 abbiamo utilizzato il longread per raccontare “Dove nasce la nuova Italia” industriale; con reportage da luoghi chiave come la ricerca di Pisa e l'industria vicentina: un lavoro che si è aggiudicato il premio State Street 2018.

    Oppure per “la lunga cavalcata degli smartphone” dai tempi di Nokia a oggi, con una chart dinamica e interrogabile che segue l'evoluzione del cellulare negli anni, i principali modelli, i protagonisti, le quote di mercato. Si parte dalla prima telefonata fatta da Marty Cooper nel 1973 con un grosso Motorola fino all'avvento dello smartphone come oggetto irrinunciabile, in una evoluzione che ha lasciando sul terreno le macerie di aziende travolte dall'innovazione di Apple, Google e, negli ultimi anni, la determinazione di Huawei.

    La visualizzazione dei dati finanziari consente di vedere come sono cambiati gli equilibri ai vertici delle prime 10 aziende al mondo . Qual era la prima azienda per utili, capitalizzazione e ricavi 25 anni fa? E oggi? Quali settori sono scesi e quali cresciuti? Com'è cambiata la geografica delle grandi aziende?
    Per quanto riguarda i video, che in generale stanno vivendo una forte crescita sull'online, la sperimentazione si sta concentrando sul motion graphic: animazioni e grafica che insieme all'analisi giornalistica ci hanno consentito, ad esempio, di raccontare che cos'è lo spread, un termine diventato molto popolare in Italia dal 2011, in un videoracconto che spiega perché il differenziale di rendimento tra Btp decennale e bund è un parametro importante e che conseguenze ha sul bilancio di uno stato .

    Altri articoli:
    La nuova homepage di Lab24;
    L’era Draghi in 18 cards;


    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...