Piazze del lusso

Il mercato dell’arte riparte da Montecarlo

Apre Hauser & Wirth per il contemporaneo, si consolida Moretti sul fronte classico. Fiera in presenza a metà luglio

di Giovanni Gasparini

Opera di Louise Bourgeois in esterni a Monaco

2' di lettura

Le difficoltà logistiche di Londra colpita dal Covid e dalla Brexit portano a cercare altrove i momenti in presenza in cui godere e acquistare arte. Sulla scena internazionale si affaccia una nuova location dal grande potenziale: il Principato di Monaco.
La ricchezza dei patrimoni e la concentrazione di milionari e miliardari in questa piccola fascia costiera mediterranea hanno già permesso di sviluppare un ampio mercato del lusso, anche in asta, con gioielli orologi e auto d'epoca soprattutto, mentre il mercato dell'arte non si era sinora presentato in forze, salvo qualche galleria ‘commerciale' nel senso di proposte di costosi oggetti d'arredo.
La presenza della galleria Moretti, specializzata in dipinti antichi e opere d'arte classiche, oramai da quattro anni attiva in loco, ha ora trovato un degno complemento nell'ambito dell'arte del ‘900 e contemporanea con l'apertura di Hauser & Wirth il 19 giugno in uno spazio a pochi metri di distanza.

Installazione Louise Bourgeois Hauser&Wirth Monaco

La galleria zurighese aggiunge così un ulteriore spazio espositivo al proprio ampio palmares, confermandosi fra le 4-5 principali gallerie mondiali. La sua forza principale risiede nel lavoro con gli archivi e fondazioni di alcuni dei principali artisti del ‘900 di cui è partner commerciale, fra cui ad esempio gli italiani Fausto Melotti e Fabio Mauri.

Loading...

Il primo show in galleria

La scelta per il primo show si è focalizzata su una delle più importanti artiste del XX secolo: Louise Bourgeois. Una decisione forse sorprendente per un pubblico finora abituato alla Pop Art e suoi derivati, messo di fronte ad opere drammatiche e di grande impatto nello spazio sotterraneo della galleria. Molti lavori su carta e vetrine con manichini riflettono sul dramma autobiografico del rapporto fra sessi, spesso con elementi anche di inquietudine e sottintesa violenza. Ma la star della mostra è un grande ed inquietante ragno di bronzo che domina un prato a pochi metri dalla galleria, di fronte al Casinò, luogo centrale della vita monegasca. I rari esemplari in vendita si aggirano intorno ai 35 milioni di dollari, dopo che un esemplare in asta è stato battuto nel 2019 per oltre 32 milioni di €.

Spider di Louise Bourgeois

Specchio di Anish Kapoor davanti al Casinò

L'opera si specchia anche in lontananza con un enorme lente di metallo di Anish Kapoor, donata da Lily Safra, grande collezionista residente nel Principato, a testimonianza diretta del potenziale del luogo. Entrambe le gallerie saranno protagoniste della fiera in presenza Arte Monte-Carlo dal 14 al 17 luglio e della Art Week in corrispondenza. Si tratta di una fiera con poche ma selezionate gallerie rappresentative di molti ambiti collezionistici.

Le case d’asta

Alla rassegna non poteva mancare il settore delle case d'asta: Sotheby's ha infatti annunciato l'apertura di uno spazio espositivo per vendite private proprio nelle vicinanze delle due gallerie. Lo spazio aprirà per l'estate da luglio e offrirà a trattativa privata opere d'arte dei grandi nomi del ‘900 quali Picasso e Fontana, ma anche oggetti di lusso. Una ulteriore conferma del potenziale di questo mercato. Non poteva mancare la risposta della rivale Christie's, che metterà in mostra opere d'arte e oggetti di lusso presso Cipriani a Monaco dal 3 al 18 luglio, in corrispondenza della Art Week e della Fiera Art Monte-Carlo.

Ingresso Hauser&Wirth Monaco


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti