ALTA VELOCITÁ SOLO SUI BINARI

Il miraggio del WiFi a bordo dei treni e le alternative possibili

di Biagio Simonetta

(Agf)

2' di lettura

Diciamocelo senza girarci troppo intorno: il servizio WiFi offerto dalle compagnie ferroviarie italiane non è il massimo in fatto di qualità. La navigazione è scostante e troppo spesso costringe il viaggiatore ad utilizzare strumenti alternativi. Eppure il servizio esiste ed è gratuito. Sia Trenitalia che Italo Treno, le due compagnie di trasporto ad alta velocità sue e giù per la penisola, offrono la connessione a Internet gratuita attraverso un WiFi proprietario. Basta loggarsi con alcuni semplici passaggi per connettersi e usufruire dell'accesso a Internet.

Trenitalia
Per quanto riguarda Trenitalia, il servizio è offerto grazie a una partnership con Tim ed è attivo su tutti i treni Frecciarossa e Frecciargento. Il portale di bordo, oltre alla connessione a Internet, offre tutta una serie di servizi: film, programmi Tv, musica, meteo, news e una pagina dedicata ai dettagli del treno su cui stiamo viaggiando (dove si trova, a che velocità sta viaggiando ecc.). Per accedere al portale di Trenitalia è necessario collegarsi al WiFi Frecciarossa (o Frecciargento) e aprire, sul browser, l'indirizzo www.portalefrecce.it. Da qui si accede alla procedura di log in. Per gli utenti registrati basterà inserire le credenziali. Per i nuovi utenti, sarà necessario registrarsi. La tecnologia grazie alla quale Trenitalia offre la connessione a bordo è fatta di diversi device installati su ogni carrozza: un access point, un WiFi Box e un ripetitore di segnale.

Italo Treno
Italo offre la connessione a Internet su tutti i suoi treni. Il servizio si chiama Italo Live, e consente l'accesso a molti contenuti: dai film alle versioni digitali dei maggiori quotidiani nazionali, dalla musica alle news e ai libri, fino a un corso di inglese multimediale. Accedendo a Italo Live, inoltre, si ha l'accesso a Internet. Anche qui la procedura di accesso è simile a quella di Trenitalia, e nell'autenticazione viene chiesto il codice PNR del biglietto. Dopo l'accesso al WiFi di bordo, la connessione al portale ItaloLive è automatica.

Loading...

Chi fa da sé…
Tecnologie e servizi a parte, navigare in tranquillità grazie al WiFi offerto dalla compagnia ferroviaria è un po' un miraggio. E il motivo è tecnico. Le reti offerte sui treni sono quelle del mondo mobile, cioè le stesse che coprono i nostri smartphone. La copertura del servizio, lungo la tratta Milano-Salerno, è discontinua. I ripetitori, del resto, non sono ovunque. Con l'aggravante che quando il router di una carrozza perde il segnale 3G o 4G, per ristabilire il servizio impiega molto più tempo di un comune smartphone. Per questo la soluzione migliore rimane il tethering, e cioè l'utilizzo del proprio smartphone come gateway per consentire l'accesso alla Rete ad un computer. Con l'attivazione dell'opzione “Hotspot personale” dello smartphone, navigare in treno non è poi così drammatico. Il servizio – grazie ai ripetitori installati dagli operatori - funziona bene anche lungo le infinite gallerie della dorsale appenninica. Unica avvertenza: occhio ai costi. Non tutti gli operatori consentono la fruizione gratuita dei dati inclusi nel piano tariffario attraverso il tethering.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti