IL MONITORAGGIO

Coronavirus, le pagelle del Ministero: Lombardia, Molise e Umbria le prime sorvegliate speciali

Rischio «moderato» per le tre Regioni. Il monitoraggio - fatto di 21 indicatori - sarà ripetuto ogni settimana dal ministero della Salute per decidere come procedere con le riaperture o le chiusure chirurgiche.

di Marzio Bartoloni

Coronavirus: ecco l’indice di trasmissibilità della tua regione

Rischio «moderato» per le tre Regioni. Il monitoraggio - fatto di 21 indicatori - sarà ripetuto ogni settimana dal ministero della Salute per decidere come procedere con le riaperture o le chiusure chirurgiche.


2' di lettura

Arrivano in ritardo di almeno un paio di giorni le prime pagelle che serviranno a monitorare la diffusione del Covid in Italia e le capacità di reazione delle Regioni. In particolare Lombardia, Molise e Umbria risultano Regioni a rischio «moderato», mentre le altre sono al momento a rischio «basso» in base ai dati raccolti dal 4 al 10 maggio e aggiornati fino al 16 maggio.

Il monitoraggio - fatto di 21 indicatori - sarà ripetuto ogni settimana dal ministero della Salute per decidere come procedere con le riaperture e nel caso di scoppio di nuovi focolai non gestibili per avviare mini chiusure o lockdown chirurgici che potrebbero riguardare strutture, Comuni o aziende.

Le prime tre Regioni sorvegliate speciali
Dal primo round di dati emerge che in Molise, la classificazione del rischio settimanale è passata da bassa a moderata (probabilità moderata/alta di aumento di trasmissione ed un basso impatto sui servizi assistenziali). «Ciò è dovuto - spiega la cabina di regia del ministero della Salute - ad un nuovo focolaio di trasmissione attualmente in fase di controllo che ha prodotto un aumento nel numero di casi nella scorsa settimana». Questo si potrà riflettere in un aumento nella stima di Rt nelle prossime settimane (attualmente l’indice di contagio è 0.34). In Umbria, la classificazione settimanale è passata da bassa a moderata (probabilità moderata/alta di aumento di trasmissione ed un basso impatto sui servizi assistenziali) per un aumento nel numero di casi ed un Rt >1 (ora a 1,23) «seppur in un contesto ancora con una ridotta numerosità di casi segnalati e che pertanto non desta una particolare allerta».

REPORT 0: SITUAZIONE ALLA FINE DEL LOCKDOWN
Loading...

In Lombardia, la classificazione settimanale del rischio è «moderata» (bassa probabilità di aumento di trasmissione ed un moderato/alto impatto sui servizi assistenziali), «ma si assiste ad una riduzione dei segnali di sovraccarico dei servizi sanitari. In questa Regione rimane elevato il numero di nuovi casi segnalati ogni settimana seppur in diminuzione».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...