Storie Impresa

Il murales indoor di Allianz regala a Milano un Guinness World Records

di Enrico Netti


L'opera entrata nel Guinness World Records

2' di lettura

La Torre Allianz, il secondo grattacielo più alto d’Italia, regala a Milano un Guinness World Records. All’interno del palazzo di Citylife, lungo i 53 piani di sviluppo delle scale d’emergenza si dipana quello che oggi è diventato il più grande murales del mondo: ben 2.980,59 metri quadrati di estensione superando di slancio il precedente record di “soli” 904 metri quadri. È il progetto sociale e artistico de «Il giro del mondo in 50 piani» voluto da Allianz Italia e Fondazione Allianz Umana mente in collaborazione con Orticanoodles - street artists di fama internazionale - e la Fondazione Arrigo e Pia Pini.

Il giro del mondo in 50 piani

Il giro del mondo in 50 piani

Photogallery26 foto

Visualizza

Lorenzo Veltri, Giudice Ufficiale del Guinness World Records ha consegnato oggi il prestigioso riconoscimento a Maurizio Devescovi, direttore generale di Allianz e presidente della Fondazione Allianz Umana mente, alla presenza dell’amministratore delegato di Allianz Giacomo Campora. L’opera artistica trasporta chiunque passi sulle scale della Torre in un viaggio simbolico di 50 tappe attraverso i cinque continenti, spaziando tra le architetture più iconiche delle principali città del mondo e riproducendo un fascino e un’atmosfera unici grazie alla creatività di tutte le persone che hanno partecipato alla sua realizzazione. La realizzazione del «largest stairwell mural» è frutto di un parternariato sociale che ha visto in prima fila il collettivo artistico Orticanoodles insieme a 700 dipendenti del Gruppo Allianz insieme a un centinaio di persone con disabilità e giovani provenienti da contesti difficili, coordinati dalla Fondazione Allianz Umana mente e dalla Fondazione Arrigo e Pia Pini. Loro hanno dipinto lo skyline e i luoghi più iconici di 50 grandi metropoli dei 5 continenti con gli stadi Allianz sparsi per il pianeta. Il colore dominante è il blu mentre tra quelli di background ci sono le tonalità che contraddistinguono le nuances dell’arredamento dei piani della Torre. Complessivamente sono serviti 4 mesi di lavoro, 650 ore di cantiere, mille matrici stencil mentre sono 200 i soggetti architettonici rappresentati.

L'opera entrata nel Guinness World Records

L’ingresso del murales nel Guinness World Records è stato certificato dal giudice ufficiale Lorenzo Veltri: «Dopo un’attenta verifica di tutte le misurazioni e valutazioni tecniche, artistiche e architettoniche necessarie, nel pieno rispetto del regolamento del Guinness World Records, posso dichiarare che Allianz, con 2.980,59 metri quadrati, ha a Milano un nuovo Guinness World Record per il più grande murale del mondo lungo le scale di un edificio, the largest stairwell mural in the world. Congratulazioni ad Allianz e alla sua Fondazione per quest’opera artistica e sociale davvero di grandissimo impatto».

La realizzazione del murales

Da parte sua Maurizio Devescovi, Direttore generale di Allianz e Presidente della Fondazione Allianz Umana mente, ha commentato: «Siamo lieti di ricevere oggi questo importante riconoscimento del Guinness World Records e soprattutto siamo orgogliosi del nostro progetto di arte sociale. Il murale che abbiamo intitolato “Il giro del mondo in 50 piani” è nato come un’iniziativa volta a favorire l’inclusione sociale grazie al veicolo privilegiato della forma artistica della street art».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti