Calcio

Il Napoli in Trentino per il ritiro estivo fino al 2021 (quest’anno previsti 40mila visitatori)

di Veronica Riefolo

Da sinistra, Luciano Rizzi, Maurizio Rossini, Aurelio de Laurentiis, Roberto Failoni, Carlo Ancelotti, Edoardo de Laurentiis e Romedio Mengini

4' di lettura

Il Napoli ha rinnovato l'accordo con il Trentino dove continuerà a svolgere il ritiro precampionato fino al 2021. La formula è la stessa che porta il Napoli a Dimaro Folgarida oramai già da nove anni (uno a Folgarìa). Tre settimane, quest'anno dal 6 al 26 luglio, durante le quali la squadra di De Laurentiis svolgerà la preparazione in vista del campionato 2019/2020 in Val di Sole, nel Trentino nord Occidentale. La sede del ritiro sarà nuovamente Dimaro Folgarida mentre gli allenamenti si terranno sempre allo stadio di Carciato. Negli ultimi trent'anni, il Napoli ha girato praticamente tutto il Trentino: Maradona ad esempio si allenava con la squadra a Madonna di Campiglio, sulla piana di Nambino.

Tra le big del campionato di Serie A, il Napoli è una delle poche squadre che scelgono di svolgere il ritiro precampionato interamente in Italia senza fare tournée all’estero proprio per privilegiare il rapporto con i tifosi la cui presenza (40.000 arrivi in media nel corso del mese di luglio, laddove per presenze si intendono le registrazioni in albergo, a queste vanno sommate le persone che arrivano e ripartono in giornata) è in costante crescita ogni anno rendendo, quello di Dimaro Folgarida, il ritiro più affollato d'Italia tra le squadre di Serie A.

Loading...

Contrariamente a quello che si pensa, infatti, una buona fetta della tifoseria che segue il Napoli anche in Trentino è composta da tifosi della squadra partenopea che non risiedono in Campania ma in altre città d'Italia e, addirittura, d'Europa con Austria, Svizzera, Germania, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Ungheria, Slovenia, Croazia, Grecia, Francia, Belgio e Olanda in prima linea. E con più di cento Napoli Club censiti da ogni parte del mondo. Il ritiro di Dimaro è dunque soprattutto un'occasione per tutti quegli appassionati che diversamente avrebbero difficoltà a incontrare i loro beniamini. E proprio sotto questo aspetto sono stati messi a punto dei rafforzamenti a partire dal ritiro 2019.

«Siamo molto felici per questo nuovo accordo che ci porterà ancora in Val di Sole per i prossimi tre anni - ha detto De Laurentiis - da entrambe le parti abbiamo fatto degli sforzi per venirci incontro, proprio perchè era nostra ferma intenzione di proseguire questo connubio. In Trentino mi sento in un ambiente piacevole, con una cultura dell'ospitalità e del lavoro simile alla mia visione della vita. Dove si lavora per risolvere i problemi».

«Siamo stati benissimo in Trentino, abbiamo trovato strutture ottime e sono molto contento di poter tornare a Dimaro-Folgarida per una preparazione estiva di 3 settimane fatte ad hoc. Una durata ideale per preparare bene il campionato – ha aggiunto Ancelotti – e tonare al passato a volte è segno di modernità. Una preparazione ideale è di cinque settimane e poterne svolgere tre a Dimaro Folgarida per noi è perfetto». Dimaro Folgarida e la Val di Sole sono oggi località super conosciute nel mondo del calcio italiano ed anche internazionale. Ogni anno il valore della comunicazione è di svariati milioni di euro che sui aggiungono a quanto i tifosi spendono nelle strutture ricettive e commerciali locali. Con ulteriori ritorni economici anche in altri momenti dell'anno. La convenzione è frutto dell'accordo tra SSC Napoli e l'assessorato al Turismo, Trentino marketing, Apt Val di Sole e Comune di Dimaro Folgarida.
E Maurizio Rossini, Ceo di Trentino Marketing, ha ricordato proprio il grande ritorno mediatico e di marketing legato al ritiro (150 in media i giornalisti, fotografi, operatori e tecnici accreditati ogni anno).

«Aver potuto annunciare le date con grande anticipo è un grandissimo risultato – ha detto - nessun club di primo piano al mondo svolge un ritiro nella stessa località della durata di tre settimane. I grandi club hanno infatti una permanenza più limitata sul territorio. Sul piano turistico e quindi del ritorno sia economico e sia di immagine un ritiro così articolato non ha pari. I 21 giorni di ritiro rappresentano un'occasione formidabile a disposizione dei tifosi azzurri per raggiungere il Trentino sia dalla Campania ma anche da praticamente tutte le regioni italiane ed anche da numerose nazioni del mondo, contribuendo così a dare al ritiro in Val di Sole una dimensione e una caratteristica unica nel panorama calcistico internazionale».

Novità del prossimo ritiro sarà l'attenzione ai bambini e alle famiglie. Ne hanno parlato Luciano Rizzi, presidente dell’Apt Val di Sole, ed Edoardo De Laurentiis, vicepresidente del Napoli. «Il matrimonio con il Napoli va avanti con grande felicità da parte nostra - ha chiarito il presidente dell'Apt - mi sono battuto affinchè si riproponesse questo connubio e sono felice che sia andato in porto per i prossimi tre anni. C'è un grande rapporto sia col Presidente De Laurentiis, sia con Ancelotti che abbiamo conosciuto l'estate scorsa e che ci ha subito mostrato grande disponibilità. Siamo certi che sarà una collaborazione molto positiva e fruttuosa». Con Edoardo De Laurentiis si pensa ora ad appuntamenti ad hoc dedicati ai bambini: dalle sessioni di autografi personalizzate ad un appuntamento serale a loro esclusivo appannaggio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti