Cassazione

Il nonno «litiga» con i genitori delle minori? Diritto di visita limitato

C’è la diversità di vedute sull’educazione alla base del conflitto che ha creato un disagio nelle bambine divise tra lealtà verso i genitori e affetto per i nonni

di Patrizia Maciocchi

Fase 2: pediatri, cautela per incontri tra bimbi e nonni

C’è la diversità di vedute sull’educazione alla base del conflitto che ha creato un disagio nelle bambine divise tra lealtà verso i genitori e affetto per i nonni


2' di lettura

Fa un passo indietro sul diritto di visita il nonno che “litiga” con i genitori delle nipoti, se il conflitto compromette la serenità delle minori, divise tra la lealtà verso il padre e la madre e l’affetto per il nonno. La Cassazione (sentenza 9145) respinge il ricorso contro il decreto della Corte d’appello, che aveva ridotto a un solo giorno al mese, e solo per alcune ore, la possibilità di incontro tra i nonni e bambine.

Il passo indietro dei nonni
Un taglio drastico rispetto a un precedente provvedimento, con il quale era stato riconosciuto il diritto del nonno ad accompagnare le nipoti nei loro impegni sportivi e relazionali e a trascorrere con loro alcuni giorni in estate, oltre all’ultimo sabato del mese. Alla base delle restrizioni i contrasti nati tra il ricorrente e i genitori, con i quali c’era diversità di vedute, principalmente sull’educazione. In più gli adulti in questione si delegittimavano a vicenda, con una nonna che cercava di accreditarsi come madre.

La sentenza

Visualizza

La diversità di vedute sull’educazione
Malgrado questo i giudici ammettono che il nonno seguiva le ragazzine attentamente nei compiti e nelle loro attività, ma questo non era sufficiente a fronte della scarsa cooperazione sugli obblighi formativi tra lui e genitori, che restano - ricorda la Cassazione - le figure primarie di riferimento affettivo ed educativo. Il clima di forte tensione che si era creato nella famiglia “allargata” non giovava alle minori divise tra la lealtà verso i genitori e l’affetto che provavano per il nonno.

Il rispetto dei ruoli
I giudici dunque, pur ribadendo il diritto delle minori alla sfera affettiva e relazione con i nonni, concludono che solo un cambio di rotta dei rapporti tra adulti, con il recupero del rispetto dei ruoli, può impedire che quel diritto si tramuti in una lesione del più importante diritto a crescere in modo sano. La Cassazione mette sul piatto anche un rischio di coppia per i genitori, a causa delle contesa. Anche questo certo non in linea con l’interesse preminente del minore.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...