da giovedì 6 settembre

Il nuovo How to Spend it: investire in viaggi e sogni

di Nicoletta Polla Mattiot


default onloading pic

3' di lettura

Cambiare orizzonte è sempre un satori, un delicatissimo, illuminante cataclisma che va vacillare quel che già sai, per scoprire quello che ancora puoi diventare: così lo intende lo zen, così lo esprime la parola giapponese in un ideogramma potente e luminoso. E' sulle tracce del satori che How to Spend it, per questo numero di settembre in edicola venerdì 6, si è messo in viaggio da Kyoto a Tokyo, esplorando il Paese che, più di ogni altro, tiene insieme ieri e domani. «Nessun luogo è proiettato tanto verso l'avvenire, rispettando profondamente il passato», dice Giorgio Armani che di questo itinerario è ispiratore e guida. E' lo stilista a costruirne le tappe: il tempio di Kiyomizu-dera e quello dei mille Buddha di Sanjusangendo, l'ordinato, vitale, silenzioso mercato di Nishiki, la grande foresta di bambù di Arashiyama e poi una corsa sul celebre Shinkansen, il treno superveloce, per raggiungere la capitale e visitare, per primo, il teatro Kabuki-za di Ginza. Se il Giappone è la terza economia mondiale, la sua estetica permea un'ispirazione che trascende confini e geografie. «E' una lezione di sintesi, l'essenzialità di mezzi che crea il miglior risultato», chiosa Armani.

Dal Giappone alla Cowdray House, in Gran Bretagna, per intraprendere un altro viaggio che inizia nel Sussex e arriva fino al Rajasthan passando per le Alpi e per gli Emirati per seguire le più importanti sfide di polo, lo sport dei re, disputato non solo a cavallo, ma a dorso di cammello. «Il campo di Lawns, con le rovine del castello Tudor sullo sfondo, è un contesto spettacolare per le competizioni», racconta Clare Mountbatten, marchesa di Milford Haven e campionessa di polo. «Si viene da ogni parte del mondo per guardare alcuni dei migliori giocatori, sui migliori terreni, combattere per il trofeo di polo più famoso del Regno Unito e forse del mondo, la Gold Cup».

Non può mancare a settembre una tappa a New York, per scoprire nuovi indirizzi di arte, design e qualche ristorante da segnare in agenda: How to Spend it si fa guidare da Alessia Antinori, che qui vive, insieme alla famiglia, nel West Village, al confine con il Meatpacking District.

Ma si può viaggiare anche rimanendo a casa, lasciando che sia la fantasia a condurre. Va in questa direzione l'inchiesta sui nuovi collezionisti di fiabe, fra fotografia d'autore e alta gioielleria: una rassegna di pezzi rari e nomi noti, come David LaChapelle e il suo Burning Down the House, aggiudicato in asta da Sotheby's a 18.750 dollari o il capolavoro di Sandy Skoglung, Revenge of the Goldfish, venduto sempre da Sotheby's a 25mila dollari. E ancora Tim Walker, Thomas Wrede, Paolo Ventura.

Si sogna anche con il nuovo design “in maschera”, faccia e specchio, gioco e racconto. Mentre alla Mole Antonelliana di Torino è in corso la mostra #FacceEmozioni, How to Spend it va a scoprire i più interessanti pezzi d'arredo antropomorfi, dal cabinet Aka di Mutaforma, uno scrigno rivestito al suo interno di morbido velluto color tortora e chiuso da una maschera-porta decorata di picotessere, alla lampada da muro di Marta Bakowski con occhi, naso e bocca, o l'appendiabito di Altreforme che ricorda un ritratto colorato e caricaturale.

Fanno sognare anche le case con garage in vetro trasparente per tenere fuoriserie e auto d'epoca parcheggiate, anzi esposte, direttamente in salotto! Una tendenza del mercato immobiliare di alta e altissima gamma che illustra Paul Lester fondatore dell'agenzia di Beverly Hills The Agency: «Il garage è ormai diventato come un soggiorno o un salone, con accesso diretto alle altre stanze della casa. Risponde agli stessi standard dell'abitazione: illuminazione, mobili di design, aria condizionata. D'altronde, uando hai una collezione di Ferrari, non hai voglia di nasconderla in un seminterrato!. Preferisci esporla in una teca, come un quadro o una scultura».

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...