Dai contratti pubblici agli accordi prematrimoniali: il pacchetto semplificazioni varato dal Governo

2/11Politica Economica

Il pacchetto semplificazioni varato dal Cdm / La riforma del codice dei contratti pubblici

default onloading pic
(FOTOGRAMMA)

Tra le deleghe che hanno ottenuto il via libera, e che ora devono essere approvate dal parlamento, c'è la riforma del codice dei contratti pubblici, per accelerare i cantieri. Il disegno di legge delega attribuisce al governo due anni di tempo per completare la riforma dei contratti pubblici. Va comunque ricordato che il premier Conte ha chiarito di voler approvare il decreto legislativo di esercizio della delega in tempi molto più rapidi. La delega approvata dal Cdm promuove la responsabilità delle stazioni appaltanti e mira ad assicurare l'efficienza e la tempestività delle procedure di programmazione, di affidamento, di gestione e di esecuzione degli appalti pubblici e dei contratti di concessione, al fine di ridurre e rendere certi i tempi di realizzazione delle opere pubbliche, razionalizzando inoltre i metodi di risoluzione delle controversie, anche alternativi ai rimedi giurisdizionali, riducendo, tra l'altro, gli oneri di impugnazione degli atti delle procedure di affidamento. Infine, si introducono principi e criteri direttivi volti ad alleggerire gli oneri burocratici e di regolazione, semplificando il carico degli adempimenti gravanti sugli operatori economici.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti