architettura

Il padiglione modulare del Politecnico di Torino primo nella gara in Cina

di Redazione Casa


default onloading pic

1' di lettura

Un gruppo di studenti del Politecnico di Torino del Dipartimento di Architettura e Design, in squadra con i colleghi della SouthEast University di Nanchino si è aggiudicato il primo premio dell’Uia-Cbc International Colleges and Universities Competitive Construction Workshop 2019.

Gli studenti hanno lavorato dapprima alla progettazione (superando una prova di selezione il 15 aprile), poi alla prototipazione (da maggio a luglio 2019), quindi alla costruzione (negli ultimi venti giorni) di un padiglione ligneo denominato “Beyond the Module”, omaggio all’area luogo della gara, tradizionalmente dedita alla coltivazione delle pere bianche cinesi.

Il padiglione è stato pensato come un luogo di socialità, progettato su una regola fondata su un sistema di cubi modulari (detta “pixelizzazione”), così da porre a confronto paesaggio, natura e tettonica del manufatto.

Il Team era composto da quindici studenti dei due Aaenei, guidati dai tutors Wang Chuan (SEU) e Dong YInan (PoliTo), sotto la responsabilità scientifica della professoressa Bao Li (SEU) e del professor Marco Trisciuoglio (PoliTo). Alla fase finale della gara hanno preso parte altri quattordici Joint Team.

La quarta edizione della competizione è stata organizzata quest'anno dall’Unione Internazionale degli Architetti (UIA) e dal China Building Center (CBC) nel villaggio di Guoyan, nel Jiangsu.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...