in piazza san pietro

Il Papa proclama 35 nuovi santi e indice un sinodo per l’Amazzonia

(AFP)

2' di lettura

Mattinata intensa per papa Francesco. Oggi in piazza San Pietro si è tenuta la proclamazione di 35 nuovi santi, con delegazioni ufficiali provenienti da varie parti del mondo. Si tratta dei brasiliani Andrea de Soveral e Ambrogio Francesco Ferro, sacerdoti diocesani, e Matteo Moreira e 27 compagni martiri, protomartiri del Brasile nel 1645; i messicani Cristoforo, Antonio e Giovanni, adolescenti martiri, protomartiri del Messico nel 1527 e 1529; lo spagnolo Faustino Míguez (1831-1925), sacerdote professo dell'Ordine dei Chierici Regolari Poveri della Madre di Dio delle Scuole Pie (Scolopi), fondatore della Congregazione delle Suore Calasanziane Figlie della Divina Pastora; e infine l'italiano Angelo da Acri (1669-1739), calabrese, sacerdote professo dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini, detto l'”apostolo delle Calabrie”.

«Non si può dire: 'Signore, Signore' senza vivere e mettere in pratica la volontà di Dio (cfr Mt 7,21). Abbiamo bisogno di rivestirci ogni giorno del suo amore, di rinnovare ogni giorno la scelta di Dio», ha detto il Papa durante la messa in Piazza San Pietro per la canonizzazione di 35 nuovi santi. «I santi canonizzati oggi, i tanti martiri soprattutto - ha sottolineato Francesco -, indicano questa via. Essi non hanno detto 'sì' all'amore a parole e per un po', ma con la vita e fino alla fine. Il loro abito quotidiano è stato l'amore di Gesù, quell'amore folle che ci ha amati fino alla fine, che ha lasciato il suo perdono e la sua veste a chi lo crocifiggeva».

Loading...

Al termine della messa in Piazza San Pietro, papa Francesco ha incontrato e salutato sul sagrato vaticano una folta delegazione di rappresentanti dell'Associazione delle Madri di Plaza de Mayo, scambiando con loro, oltre a calorose strette di mano, un breve dialogo. L'associazione è formata dalle madri dei “desaparecidos”, e sostiene il problema dei dissidenti scomparsi durante la dittatura militare in Argentina tra il 1976 e il 1983.

All’Angelus, infine il pontefice ha annunciato di voler convocare un'Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la regione Panamazzonica, che avrà luogo a Roma nel mese di ottobre 2019. «Scopo principale di questa convocazione è individuare nuove strade per l'evangelizzazione di quella porzione del Popolo di Dio, specialmente degli indigeni, spesso dimenticati e senza la prospettiva di un avvenire sereno, anche a causa della crisi della foresta Amazzonica, polmone di capitale importanza per il nostro pianeta».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti