CREATO PER BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA

Il passaggio generazionale, un momento delicato superabile con la pianificazione

Per affrontare con serenità questa fase essenziale nella vita delle aziende (solo il 25% sopravvive alla transizione), sempre più spesso le imprese si rivolgono ai Private Banker Mps, che diventano figure essenziali nel processo. E che ora hanno uno strumento in più per rispondere alle esigenze degli imprenditori e delle loro famiglie

3' di lettura

Che la crisi innescata dall'emergenza sanitaria abbia avuto un impatto particolarmente pesante sulle nostre aziende, e in particolar modo sulle PMI, è un dato ormai acquisito: secondo i dati Cerved, il numero di imprese italiane con un'alta probabilità di default a 12 mesi è passato dalle 75mila del 2019 alle 120mila del 2021 (il 18,7% del campione). E se il buon andamento della campagna vaccinale ha migliorato le prospettive (anche in uno scenario severo, secondo gli stessi dati, la quota di aziende a rischio salirebbe al massimo al 20,7% contro le stime del 32,3% di un anno fa), un altro fattore di instabilità rischia di rendere incerta la situazione nei prossimi anni.

Secondo un'indagine di Aidaf (l'Associazione Italiana delle Aziende Familiari), circa il 30% dei leader di aziende familiari ha più di 70 anni. In linea generale, inoltre, una gran parte degli imprenditori (secondo una ricerca condotta da Deloitte, oltre il 60% del campione intervistato) che in questo momento sono alla guida di aziende familiari (che rappresentano l'85% del totale delle imprese italiane e che hanno – per quanto riguarda quelle censite da Aidaf – un fatturato di 250 miliardi di euro, con un peso del 15% sul Pil nazionale) desidera lasciare la proprietà dell'azienda alla famiglia, mentre una percentuale significativa è restia ad abbandonare il proprio ruolo di leadership ed a pianificare il passaggio generazionale dell'impresa. Un momento che invece è particolarmente delicato e importante per la sopravvivenza dell'azienda, tanto che solo il 25% sopravvive alla seconda generazione di imprenditori e solo il 13% alla terza. E il motivo, molto spesso, è rappresentato dalle difficoltà che si incontrano durante le diverse fasi di passaggio del testimone: l'Istat cita tra i più significativi gli ostacoli burocratici, legislativi e fiscali ma anche le problematiche relative al trasferimento di competenze o contatti.

Per questo, in una fase così critica e in uno scenario fluido e in continua evoluzione come quello attuale, a occuparsi del passaggio generazionale vengono sempre più spesso chiamate figure specializzate in questo delicatissimo momento della vita dell'azienda: i Private Banker di Banca Monte dei Paschi di Siena. Grazie alle competenze tecniche e a un rapporto di fiducia coltivato nel corso degli anni, i banker diventano una figura di riferimento per gestire tutte le complessità – tecniche, burocratiche, legali, finanziarie ma anche psicologiche – connesse al passaggio generazionale, che vanno oltre quelle strettamente legate alla gestione del patrimonio e si inseriscono nel quadro più generale del wealth management.

In quest'ottica, i Private Banker Mps diventano quindi una figura terza e super partes non solo tra i diversi professionisti coinvolti nel processo, ma anche e soprattutto tra la generazione uscente e quella più giovane, il cui coinvolgimento è fondamentale per garantire la corretta pianificazione di un percorso di inserimento degli eredi nella gestione dell'azienda e del patrimonio. In questo contesto, il modello di consulenza integrata che caratterizza l'approccio dei Private Banker di Banca Monte dei Paschi di Siena può agevolare il coinvolgimento delle giovani generazioni. Una maggiore consapevolezza dei vantaggi che si possono ottenere gestendo in modo anticipato il processo di passaggio generazionale può difatti fare la differenza tra subire e gestire un momento di discontinuità e, nel lungo termine, molto spesso anche tra la sopravvivenza e la morte di un'azienda.

Proprio per poter rispondere concretamente ed efficacemente all'evoluzione delle esigenze delle imprese e delle famiglie, che sempre più spesso chiedono di essere affiancate nei propri progetti, Mps ha recentemente unito i settori Private Banking e Corporate in un'unica unità organizzativa, in modo che le competenze specialistiche dei ruoli possano risultare complementari nella gestione delle esigenze dei clienti imprenditori e delle loro aziende. Soprattutto in un periodo storico nel quale le dinamiche di mercato, la situazione economica e lo scenario sociale e politico rendono le competenze e le professionalità del Private Banking di Mps sempre più fondamentali.

Rispetto al passato, infatti, un Private Banker oggi non può più limitarsi semplicemente a proporre soluzioni d'investimento, ma deve assumersi la responsabilità di essere un consulente a 360 gradi per quanto riguarda tutti gli aspetti del wealth management, iniziando dal supporto del cliente nella gestione del patrimonio, e proseguendo con la pianificazione successoria, la corretta valutazione del patrimonio immobiliare e la gestione degli asset in ottica di ottimizzazione fiscale. Tutte esigenze alle quali Banca Monte dei Paschi di Siena può ora rispondere in maniera sinergica e completa grazie al proprio modello di consulenza integrata e al supporto delle sue Società prodotto.
MPS Fiduciaria si occupa della gestione delle complesse problematiche legate al passaggio generazionale in un contesto di massima riservatezza, attraverso soluzioni su misura in questo delicato momento di transizione. MPS Capital Services e MPS Leasing e Factoring invece forniscono agli imprenditori servizi altamente specializzati a supporto della gestione delle aziende.

Per maggiori informazioni visita: https://privatebanking.mps.it

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti