il caso telepass

Il pioniere italiano rilancia con le polizze in tempo reale

di Gaia Giorgio Fedi


2' di lettura

Telepass entra nel mondo delle assicurazioni e lancia una fase di test volta a offrire ai suoi 6,6 milioni di clienti una polizza RC auto istantanea e su misura. La società del gruppo Atlantia aveva già avviato una prima fase di lancio con Prima Assicurazioni, la prima Insurtech italiana, e da fine ottobre includerà nella propria offerta assicurativa anche le polizze di Verti Assicurazioni (ex Direct Line). L’aspetto interessante del servizio offerto da Telepass è che, grazie alle informazioni già fornite dal cliente, bastano pochi istanti per calcolare un preventivo su misura, sia in termini di costi sia di servizi. Chi ha una polizza in scadenza può entrare nell’app Telepass e con pochi tap, anche se non si ricorda tutti gli estremi della vecchia polizza, può richiedere un preventivo e acquistarla, ottenendo uno sconto su misura. A questo si aggiunge la praticità di poter completare l’acquisto della polizza direttamente dal proprio conto Telepass, e il fatto che il sistema provvederà a ricordare al cliente quando la polizza sta per scadere.

Con questa mossa Telepass consolida ulteriormente la propria strategia di diversificazione, con cui punta a diventare un operatore che segue l’automobilista a 360 gradi, non solo nel pagamento del pedaggio in autostrada, ma anche su altri servizi di mobilità. Da oltre due anni infatti la società ha lanciato diversi servizi di pagamento con Telepass e con la app Telepass Pay, su fronti che spaziano dalla sosta sulle strisce blu allo skipass in montagna. Con Telepass Pay, per esempio, è possibile pagare la sosta in 85 comuni italiani, acquistare i biglietti dei traghetti per le tratte gestite dal gruppo Onorato tramite le compagnie Moby, Tirrenia e Toremar, pagare i taxi in 13 grandi città italiane, o il lavaggio auto con servizio WashOut a Torino, Milano, Firenze e Roma, e addirittura lo skipass nel comprensorio di Madonna di Campiglio e Monterosa. Non solo: in 1.600 stazioni di servizio è anche possibile pagare il carburante con il proprio Telepass o con l’app Telepass Pay. Il servizio di pagamento del bollo tramite app, già citato, è invece disponibile in tutte le regioni.

L’ingresso della società nel settore delle assicurazioni auto rappresenta un importante tassello di una strategia di rafforzamento nel mondo delle polizze, dove Telepass è già attiva con micro-assicurazioni istantanee, dal soccorso stradale – che ha superato 2,1 milioni di sottoscrizioni – alle polizze viaggi per i clienti che accedono agli aeroporti o entrano in autostrada, fino alla copertura per lo sci per i clienti che usano lo Skipass lanciato da Telepass nel 2018. «La forza di Telepass è la capacità di assistere i propri clienti nella gestione dei principali servizi di mobilità, ora anche offrendo polizze perfettamente tarate sulle esigenze di chi le richiede», commenta l’amministratore delegato Gabriele Benedetto. Il top manager sottolinea che il servizio di polizza Rc auto istantanea sta già riscontrando un forte successo nella fase di test, grazie alla semplicità con cui viene effettuato l’acquisto dal cliente, che rinnova la fiducia verso il brand Telepass. «Con il lancio della nostra piattaforma proprietaria insurtech entro fine anno consolideremo la nostra leadership nell’acquisto e la gestione di tutti i servizi di mobilità», ha aggiunto Benedetto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...