ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTest drive

Il più grosso e muscoloso suv a batteria della casa dei quattro anelli

Un test drive per sperimentare le prestazioni della madre di tutte le Audi elettriche, la Q8 e-tron quattro, rinnovata nella tecnologia e nell'efficienza.

di Massimo Mambretti

5' di lettura

L'evoluzione tecnologica e rivoluzione familiare vanno a braccetto con il rinnovamento della mamma di tutte le Audi a batteria che s'impossessa della sigla Q8, ovvero la stessa che già identifica la più muscolosa vettura della casa tedesca con motori a benzina e turbodiesel. La nuova denominazione indica il consistente aggiornamento tecnologico del più grosso suv a batteria dell'Audi e quanto la gamma e-tron tende a modellarsi sulla falsariga di quella dei modelli termici. Un percorso che proseguirà nel 2023 con la Q6 e-tron che sarà l'alter-ego elettrico della Q7 e, subito, dopo con le A6 e-tron berlina e Avant.

Audi Q8 e-tron quattro, nuove tecnologie migliorano l'efficienza e le percorrenze

Loading...

I veri punti distacco tra la Q8 a batteria e la precedente e-tron sono nascosti sotto le vesti e sono destinati, in particolare, a fare progredire le percorrenze. Alla base della nuova gamma che è offerta solo con la trazione integrale elettrica quattro si pone la e-tron 50 spinta da un sistema bimotore che eroga in modalità boost 340 cavalli e 664 Nm di coppia, valori ben superiori a quelli messi in campo dall'analoga e-tron precedente. Questa versione porta al debutto un motore elettrico posteriore asincrono e con un numero di avvolgimenti superiore a quelli utilizzati in passato, sono 14 anziché 12, senza assorbire più corrente e quindi avvantaggia l'efficienza. Su questo aspetto si riflette, in maniera determinante, l'adozione di una batteria da 95 anziché da 71 kWh, che spinge l'autonomia della variante Suv a 491 chilometri e quella della Sportback a 504 chilometri.

La versione 55 e-tron con 408 cavalli e 664 Nm di coppia adotta anch'essa il nuovo motore posteriore ma è equipaggiata con una batteria da 114 kWh, al pari delle versioni SQ8 e-tron con powertrain trimotore (dietro ce ne è uno per ogni ruota) che eroga 503 cavalli e una coppia di 973 Nm. L'incremento della capacità delle batterie, dovuto al nuovo schema di sovrapposizione delle celle denominato stacking che assicura una maggiore densità energetica a parità d'ingombro dell'accumulatore, attesta le percorrenze delle Q8 55 e-tron a 582 chilometri e quelle dell'omonima Sportback a 600 chilometri, mentre nel caso delle due varianti della SQ8 le autonomie sono di 494 e 513 chilometri. La ricarica della batteria dal 10 all'80% delle versioni 50 può essere fatta anche con impianti in corrente continua da 150 kW e quella delle 55 e SQ8 con impianti da 170 kW. In questo caso un rifornimento dal 10 all'80% si effettua in mezz'ora. Con il caricabatteria opzionale da 22 kW le due configurazioni di batteria si riforniscono totalmente in 5 e 6 ore. La rivoluzione tecnologica da cui scaturisce la nuova gamma Q8 e-tron è completata da soluzioni destinate a migliorare il dinamismo, come il novo set-up delle sospensioni pneumatiche elettroniche, le nuove regolazioni del servosterzo parametrico e i settaggi di alcuni sistemi di gestione del dinamismo.

Audi Q8 e-tron quattro, solo pochi dettagli trasmettono la nuova identità

Riconoscere la Q8 e-tron dal modello che sostituisce non è istintivo, perché sia la corporatura del suv in formato classico sia quella della versione coupé Sportback è praticamente speculare a quella delle analoghe precedenti e-tron, poiché sulle dimensioni si riflettono solo gli scudi paraurti ridisegnati. Infatti, esteticamente l'evoluzione della specie è trasmessa, oltre che dai badge sui portelloni delle due nuove Q8, solo da pochi dettagli che assieme costituiscono la nuova corporate identity dello schieramento delle Audi elettriche. Gli elementi caratterizzanti sono il logo che passa da tridimensionale a bidimensionale tanto sulla coda quanto sulla ridisegnata mascherina che è anche retroilluminata, la serigrafia sul montante B (quello tra le portiere) che indica la versione che si ispira a quella tanto in voga nel mondo dei device e le firme luminose anteriore e posteriore. Insomma, il restyling estetico da cui nasce la Q8 e-tron poggia, soprattutto, sulla ridefinizione di grafiche e lettering anche se, in realtà, l'outfit nasconde alcune nuove soluzioni destinate a migliorare l'aerodinamica, come testimonia il Cx che scende da 0,26 a 0,24nel caso della Sportback. Si tratta della griglia anteriore attiva, dell'air-curtain che ottimizza l'andamento dei flussi d'aria attorno alla vettura assieme agli spoiler davanti alle ruote e della ridefinizione della carenatura del sottoscocca. Nell'ampio e lussuoso abitacolo le novità si riducono all'impiego più estensivo di materiali riciclati, a inediti abbinamenti cromatici e a nuovi inserti dell'arredamento, fra i quali ci sono anche quelli in carbonio. La digitalizzazione è sempre affidata ai display da 12,3” della strumentazione, da 8,6” della climatizzazione e da 10,1” del più recente sistema di infotainment Audi. A questo schieramento a richiesta si possono aggiungere l'head up-display e i display delle telecamere che sostituiscono i retrovisori esterni ai quali, però, occorre fare l'abitudine in quanto non sono propriamente all'altezza dell'asse visivo.

Interior

Audi Q8 e-tron quattro, come va la 55

La Q8 che propone il maggiore numero di innovazioni tecnologiche è la 55 e-tron quattro, che abbiamo provato nella classica configurazione Suv sulle strade dell'isola di Lanzarote dense di curve, discese e salite. Il powertrain di questa versione, che deve vedersela con la massa di 2.500 kg della vettura rispetta quanto promettono i 408 cavalli e i 664 Nm di coppia, specie a livello di performance perché oltre a raggiungre i 200 all'ora autolimitati questo robusto suv taglia il traguardo dei 100 orari in 5”6. Lo stesso si può dire della sua inclinazione a recepire in maniera sempre adeguata i comandi dell'acceleratore sia nell'uso tranquillo sia quando viene sollecitato. Insomma, il leit motiv è quello classico della trazione elettrica e che, ovviamente, è solo modulato dalla potenza e dalla coppia a disposizione perché in ogni caso l'erogazione è sempre lineare. Le nuove tecnologie si riflettono in maniera più marcata sia sulla gestione dell'energia e, quindi, alla fine sulle percorrenze. Infatti, specie utilizzando nei rallentamenti gli step di recupero impostabili con i paddles dietro al volante le fasi di scarica/carica hanno mantenuto in equilibrio il bilancio energetico, tanto che sommando 182 chilometri percorsi ai 187 chilometri di autonomia residua il risultato ha rispettato la promessa iniziale di potere percorrere con quanto contenuto dalla batteria: 372 chilometri. D'altronde, anche il consumo medio di 27,7 kWh/100 km è stato allineato a quello dichiarato dall'Audi per il ciclo Wltp: 23,7 kWh. Se vogliamo è l'ennesima dimostrazione di quanto i gruppi automobilistici perseguano l'upgrade della propulsione elettrica con determinazione e rapidità ben superiori a quella riservata alle infrastrutture di ricarica in giro per l'Europa. L'evoluzione della specie elettrica dell'Audi introdotta dalla gamma Q8 riguarda anche il dinamismo e la guidabilità perché, alla prova dei fatti, la 55 e-tron quattro a dispetto della massa e ella lunghezza di oltre 4,90 metri si è mossa tra le curve con disinvoltura, sempre affidabilmente e senza compromessi per il confort.

Audi Q8 e-tron quattro, versioni e prezzi

Le Q8 suv e Sportback e-tron sono in vendita, rispettivamente, a prezzi che partono da 80.000 e da 82.000 euro negli allestimenti base, Business Advanced e S line edition. Le SQ8 e-tron saranno commercializzate a partire dalla primavera del 2023.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti