«Pinocchio», «lecca piedi», «buffone»: ecco quando l’offesa diventa diffamazione

5/12OLTRE IL DIRITTO DI CRITICA

Il politico apostrofato come «buffone»


default onloading pic
(AP)

Dare del «buffone» a un esponente politico nell'ambito di un contesto di critica, opportunamente contestualizzato, perde la sua carica lesiva e va comunque inserito nell'ambito della critica politica, che si esprime con toni anche aspri e sgradevoli. Lo ha stabilito la Cassazione (sentenza 19509 del 7 giugno 2006), che si è pronunciata sull'epiteto lanciato nel 2003 da un giornalista contro Silvio Berlusconi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...