social

Il potere degli influencer anche su Wall Street: con un tweet Kylie Jenner fa perdere a Snapchat 1,3 miliardi di dollari

1' di lettura

Nel 2018 sottovalutare il potere degli influencer è un pericolo che può costare caro. Negli Stati Uniti, Kylie Jenner, la più piccola del potente clan mediatico dei Kardashian-Jenner (le sue sorelle sono Kim Kardashian e Kendall Jenner, rispettivamente una star da 108 milioni di follower su Instagram e la modella più pagata del mondo), ieri ha pubblicato un tweet in cui si lamentava che l’app di Snapchat non funzionasse più dopo il restyling.

Il tweet è stato lanciato ai suoi 24,5 milioni di follower ed è stato capace di far perdere al titolo di Snapchat il 6% e 1,3 miliardi di dollari a Wall Street. Ritwittato 59mila volte e con 311mila inserimenti nei preferiti, la ventenne Kylie aveva twittato mercoledì nel tardo pomeriggio, poco prima della chiusura della piazza newyorchese, ma i suoi effetti si sono fatti sentire, pesantemente, nella giornata di giovedì. Viste le conseguenze della condivisione del suo pensiero, Kylie è poi tornata sui suoi passi twittando un “ti amo ancora Snap..il mio primo amore”.

Loading...

Kylie è oggi un’imprenditrice del beauty con i suoi Kylie Cosmetics, ma già tre anni fa era attivissima sui social, soprattutto su Snapchat, dove nel 2015 e nel 2016 era stata eletta celebrity più seguita. E milioni di follower, come l’economia dei social insegna, conferiscono potere. Anche di far perdere miliardi a un’azienda.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti