letteratura

Il Premio Bancarella sceglie i suoi sei finalisti

di S.U.


default onloading pic
(FOTOGRAMMA)

2' di lettura

Elisabetta Cametti, Alessia Gazzola, Tony Laudadio, Marino Magliani, Marco Scardigli e Giampaolo Simi. Sono questi i sei vincitori del Premio Selezione Bancarella 2019 e quindi finalisti della sessantasettesima edizione del Premio Bancarella, il premio dei librai indipendenti italiani che insieme alla Fondazione Città del libro, alle Associazioni dei Librai Pontremolesi e delle Bancarelle, e col supporto del Comune di Pontremoli, mantengono viva questa tradizione nata dai Librai ambulanti di Montereggio e Pontremoli, che affonda le sue radici nella vocazione culturale della Lunigiana.

Il vincitore verrà proclamato domenica 21 luglio in occasione della tradizionale cerimonia di premiazione che si svolgerà a Pontremoli (MS), nella sempre suggestiva cornice di Piazza della Repubblica.

Dei libri di Montereggio Oriana Fallaci, che partecipa alla nascita del Premio Bancarella nel 1952, così scrive nell'articolo “Hanno nella valigia i cavalieri antichi”: «Non avevano confidenza con l'alfabeto, ma “sentivano” quali libri era il caso di comprare e quali no: in virtù di un sesto senso che, dicono è stato loro donato dal demonio in un'ora di benevolenza».

A contendersi il successo saranno, come detto, Elisabetta Cametti con Dove il destino non muore (Cairo), Alessia Gazzola con Il ladro gentiluomo (Longanesi), Tony Laudadio con Preludio a un bacio (NN Editore), Marino Magliani con Prima che te lo dicano gli altri (Chiarelettere), Marco Scardigli con Évelyne (Interlinea) e Giampaolo Simi con Come una famiglia (Sellerio).

«Il dado è tratto. Dopo aver raccolto le segnalazioni da parte dei librai indipendenti, il Comitato del Premio Bancarella ha dato alla luce questa meravigliosa sestina, figlia di una selezione scrupolosa e importante.
La collaborazione con questi pionieri del libro, che da così tanti anni, prima di gerla in gerla e ora di libreria in libreria, ci fanno conoscere il meglio dell'editoria italiana passando attraverso numerose tempeste, ci rende orgogliosi e rinnova la speranza di un proficuo proseguimento di questa diffusione certosina e professionale del libro di qualità che viene consigliato quotidianamente ai lettori», ha commentato Ignazio Landi, segretario del Premio.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti