ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLe sfide dell’Europa

Il prezzo del gas, un tetto utile e il ruolo dei consumatori

Il G7 di Schloss Elmau ha concordato sulla necessità di valutare la fattibilità dell’introduzione di un tetto al prezzo del gas naturale

di Andrea Péruzy

(Afp)

2' di lettura

Il G7 di Schloss Elmau ha concordato sulla necessità di valutare la fattibilità dell’introduzione di un tetto al prezzo del gas naturale. Una necessità ribadita anche dall’ultimo Consiglio europeo dei ministri dell’Energia sebbene la misura non trovi ancora unanimità tra gli Stati membri. Si tratta di una decisione complessa, sebbene necessaria, poiché articolate potrebbero essere sia le modalità di attuazione sia i potenziali effetti.

Una preoccupazione riguarda la possibilità che l’adozione di un cap possa scoraggiare le esportazioni verso l’Europa. In un momento in cui la diversificazione degli approvvigionamenti rappresenta la principale strada per l’affrancamento dal gas russo. A questa si aggiunge il timore, in particolare dell’Olanda che ospita la Borsa di riferimento per lo scambio di gas in Europa, che la misura possa produrre una contrazione dei volumi negoziati.

Loading...

Allo stesso tempo, però, occorre fare i conti con la necessità di proteggere famiglie e imprese da condizioni di prezzo senza precedenti e tutt’altro che transitorie. L’adozione di una misura europea e temporanea sul prezzo del gas potrebbe rivelarsi efficace, quindi, per più ragioni.

Questa avrebbe indirettamente anche un effetto calmierante sui prezzi all’ingrosso dell’elettricità rendendo quindi ridondanti misure eterogenee, già attuate o in fase di valutazione da parte degli Stati membri, e che potrebbero avere effetti distorsivi sul funzionamento dei mercati.

In merito la Commissione ha affermato in più di una Comunicazione, come l’adozione di tetti ai prezzi all’ingrosso dell’elettricità o la fissazione dei prezzi ai clienti finali debba essere temporanea e avvenire in circostanze eccezionali e nel rispetto di criteri definiti dalla direttiva sul mercato interno. Ciò al fine di mitigare eventuali effetti anti-concorrenziali nei mercati retail e distorsivi nei mercati all’ingrosso in termini di scambi transfrontalieri di energia elettrica, liquidità delle borse elettriche e formazione dei segnali di prezzo.

Considerazioni che, secondo la Commissione, varrebbero anche nel caso di aggregatori pubblici designati per l’acquisto di energia elettrica all’ingrosso da rivendere poi ai clienti finali a prezzi amministrati. Una soluzione che potrebbe scoraggiare anche il coinvolgimento dei consumatori nei mercati attraverso forme di autoproduzione da impianti rinnovabili o attraverso azioni volte a spostare i consumi nei momenti in cui l’offerta di energia è maggiore. Soluzioni che l’ultima Comunicazione della Commissione sulle misure di contrasto agli elevati prezzi dell’energia considera importanti per mitigare la volatilità dei prezzi.

Oltre che nei mercati spot è essenziale favorire la partecipazione volontaria dei consumatori anche ai contratti a lungo termine di durata pluriennale per l’acquisto di energia rinnovabile. Strumenti che possono incoraggiare gli investimenti in capacità rinnovabile e trasferire benefici di prezzo ai clienti finali.

Gli aumenti di prezzo che stiamo osservando sono tutt’altro che temporanei. Le Borse energetiche devono quindi accogliere la sfida della transizione energetica aprendo alla partecipazione dei consumatori e promuovendo la contrattazione di lungo termine in energia rinnovabile.

A tal fine, è quindi necessario preservare l’efficiente funzionamento dei mercati evitando soluzioni confuse di breve periodo che limitano l’esposizione dei clienti ai segnali di prezzo o li obbligano in forme di aggregazione e di acquisto a termine non scelte volontariamente

Amministratore delegato e presidente del Gestore dei Mercati Energetici

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti