ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùgiustizia a porte aperte

Il primo open day di Tar e Consiglio di Stato per raccontarsi ai cittadini

Sanità, ambiente e scuola: questi i tre temi su cui ci si concentrerà per far capire a studenti, imprese e cittadini quali materie tratta il giudici amministrativo e come si svolge un processo

di Antonello Cherchi


default onloading pic

3' di lettura

Un cambio di prospettiva radicale: fino a un passato non troppo lontano la giustizia amministrativa era un luogo chiuso su sé stesso, che cercava di rendersi impermeabile al mondo esterno. La massima espressione di questo atteggiamento era il Consiglio di Stato, la sede di appello dei processi amministrativi. Nell’austera cornice di Palazzo Spada, a Roma, i consiglieri di Stato erano piuttosto refrattari ad raccontarsi, a fornire informazioni sulla loro produttività, su come funziona la macchina.

Il cambio di prospettiva
Era anche l’epoca in cui i gabinetti e gli uffici legislativi dei ministeri erano in mano ai giudici amministrativi - soprattutto consiglieri di Stato, ma pure i loro colleghi dei Tar - ed era diffusa la pratica di “arrotondare” lo stipendio con lucrosi arbitrati. Gli arbitrati ora non ci sono più e nelle stanze dei bottoni ministeriali la presenza di magistrati di Tar e Consiglio di Stato è diminuita.

Il processo spiegato a tutti
Soprattutto, però, in questi anni la giustizia amministrata ha iniziato a essere più disponibile a parlare di sé. Fino ad organizzare il primo open day: nell’intera giornata di lunedì 18 novembre il Consiglio di Stato e i Tar saranno aperti per incontrare studenti, imprenditori, cittadini e spiegare loro di cosa si occupano i giudici amministrativi, come si fa a presentare un ricorso, come si svolge il processo, quanto tempo occorre per ottenere la sentenza.

Patroni Griffi: «Anche il giudice deve cambiare»
«La società cambia e anche il giudice deve cambiare - sottolinea Filippo Patroni Griffi, presidente del Consiglio di Stato -. La giustizia amministrativa, nata per garantire i diritti dei cittadini nei confronti dei poteri pubblici, è sempre di più chiamata in causa: lo è quando deve decidere se si può portare il panino a scuola invece di andare alla mensa scolastica, quando deve valutare le tariffe dei servizi , quando ci sono in ballo le prestazioni mediche o le concessioni edilizie. Per citare solo alcuni temi. Per questo è importante che del processo amministrativo i cittadini abbiano un quadro corretto».

Il programma

Visualizza

Porte aperte e diretta streaming
Da qui l’idea, stimolata dagli avvocati dell’Unaa (Unione nazionale avvocati amministrativisti), di aprire le porte dei Tar e di Palazzo Spada. Sarà in particolare al Consiglio di Stato e presso i tribunali di Napoli e Genova che si svolgerà l’evento, anche se tutti gli altri Tar saranno comunque coinvolti. L’open day sarà, inoltre, trasmesso in streaming collegandosi al sito www.giustizia-amministrativa.it.

Dal film alle tavole rotonde
Si partirà alle 9 a Palazzo Spada: nella sala di Pompeo - dove si trova la grande statua, alta tre metri, che si ritiene ritragga Pompeo Magno e sotto la quale, secondo la leggenda, sarebbe stato ucciso Cesare - verrà proiettato il docu-film “La giustizia amministrativa oggi”, del regista Andrea Canepari. Alle 10 inizierà la prima tavola rotonda sul ruolo del giudice amministrativo nella sanità, con la partecipazione del ministro della Salute, Roberto Speranza. Dopodiché ci si sposterà nel Tar Campania, dove verrà affrontato il tema del processo amministrativo nella difesa dell’ambiente e del territorio, con il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. La mattinata si chiuderà nel Tar Liguria, dove si discuterà di scuola.

Giudici e avvocati rispondono
Nel pomeriggio l’open day proseguirà con l’allestimento di postazioni presso i Tar e il Consiglio di Stato: sarà l’occasione più informale per l’incontro tra giudici amministrativi, avvocati amministrativisti e cittadini e dove questi ultimi potranno chiedere come si presenta un ricorso, quanto costa, come funzionano le udienze, dopo quanto tempo arriva la sentenza. Per far comprendere meglio il funzionamento del processo amministrativo, alle 15 a Palazzo Spada verrà simulata un’udienza.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Antonello CherchiCaposervizio

    Luogo: Roma

    Argomenti: beni culturali, privacy, giustizia amministrativa, professioni, parlamento, vela

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...