Industria-Finanza

Il principe Carlo e Camilla incontrano l'eccellenza laniera italiana

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Sorrisi, domande e strette di mano ai produttori tessili italiani: Carlo d'Inghilterra e la moglie Camilla hanno mostrato grande interesse e apprezzamento per le creazioni in tessuto e in filato di lana che sono state esposte oggi in una location d'eccezione, la Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze, sotto i lampadari in cristallo di Boemia e gli stucchi candidi voluti nella seconda metà del Settecento dal granduca Pietro Leopoldo.

Un'atmosfera elegante ma informale, con i grandi del tessile italiano a spiegare al principe di Galles e alla duchessa di Cornovaglia lavorazioni, punti di filatura, tessuti tecnici e risultati della ricerca applicata. Da Ermenegildo Zegna a Loro Piana, da Cariaggi a Lineapiù, fino a Filpucci, Pecci, Igea, Zegna Baruffa, Pinori, Lanificio dell'Olivo, e ancora Ricceri, Marzotto, Piacenza Cashmere, Vitale Barberis Canonico, Tollegno, tutti i bei nomi del tessile italiano, declinato in tessuti e filati in lana, hanno mostrato la creatività e l'innovazione di un Paese che mantiene la leadership nelle lavorazioni e nella qualità delle produzioni.

Loading...

Giacche a vento fatte al 100% con lana, abiti dall'eleganza inaspettata, mantelle e gilet, giacche e maglie leggerissime: per Carlo e Camilla è stato un viaggio da Biella a Prato attraverso l'Italia che produce l'eccellenza tecnica, un viaggio organizzato col supporto delle fiere di settore Ideabiella e Pitti Immagine Filati.

L'occasione è stata “The campaign for wool”, la campagna per la promozione della fibra di lana, in quanto fibra naturale, di cui il principe di Galles è patron. La campagna, lanciata nel 2010, è finanziata dalle grandi organizzazioni di allevatori di lana e gestita da gruppi industriali riuniti proprio da Carlo d'Inghilterra con partner tra cui The Woolmark company, l'autorità globale della lana merino che ha contribuito all'evento fiorentino.

Un evento che è la risposta all'invito fatto dal principe di Galles lo scorso settembre a Dumfries House, in Scozia, in occasione della conferenza in cui si è promosso l'utilizzo della lana come fibra naturale, rinnovabile e biodegradabile

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti