ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMedia

Il private equity Aliante e Indigo entrano nel capitale di Masi Film

Fra lungometraggi, serie Tv e pubblicità sono previsti progetti per 80 milioni di euro in due anni dopo l’ingresso nel capitale dei due nuovi soci

di Andrea Biondi

Film Voce Umana / Crediti Pietro Vertamy

2' di lettura

Due nuovi soci per Masi Film. Nei giorni scorsi nella società attiva nella produzione di lungometraggi, cortometraggi, docufilm, serie Tv e pubblicità – fondata da Massimiliano Di Lodovico, che ne è il presidente e amministratore delegato – sono entrate la Aliante Industrial, società di investimento appartenente al gruppo Aliante Partners e la Indigo Film, casa di produzione di film come “La Grande Bellezza”, “La ragazza del Lago”, “Il Divo”. Aliante Industrial ha sottoscritto il 25% del capitale sociale; Indigo Film è entrata con una quota pari all’11 per cento.

Per la holding di private equity Aliante, che al suo attivo ha operazioni di investimento condotte in particolar modo nei settori del food & beverage e nel design & furniture, si tratta del primo investimento nel mondo del cinema. E gli obiettivi sono ambiziosi: permettere alla Masi Film di realizzare nei prossimi 24 mesi progetti per un totale di circa 80 milioni di euro tra film, serie Tv e pubblicità, oltre ad altri progetti già in fase di sviluppo, alcuni dei quali in collaborazione con le maggiori piattaforme internazionali.

Loading...

«Siamo oltremodo lieti – spiega Paolo Righetto, co-fondatore del Gruppo Aliante – di poter annunciare l’ingresso in un nuovo settore di investimento strategico quale il cinema italiano al fianco di giovani talenti e produttori di lunga esperienza e comprovata serietà cui offrire le nostre competenze strategiche e finanziarie».

Si tratta di un rafforzamento importante per la Masi Film: società nata nel 2013, con fatturato di 4 milioni nel 2021, dal 2019 attiva nella pubblicità con una divisione ad hoc e forte di un rapporto di collaborazione con Indigo Film già dal 2015 con la restaurazione e la riapertura della sala cinematografica Caravaggio a Roma.

Quanto al portfolio, tra le sue produzioni Masi Film conta il cortometraggio “Il turno di notte lo fanno le stelle” di Edoardo Ponti, premiato per la miglior regia al Tribeca Film Festival di Robert De Niro, con un Nastro d’Argento ed entrato nella short list dei Premi Oscar 2013. Fra i riconoscimenti ci sono anche un David di Donatello e un Nastro d’Argento per “La Voce Umana” di Edoardo Ponti con Sophia Loren e un Nastro per “Razza Bastarda” di Alessandro Gassmann. Tra i progetti più recenti si annoverano “Mucho Mas” – documentario molto discusso sulla vita di Gianluca Vacchi, prodotto con Amazon e uscito su Prime video in oltre 240 Paesi – e “Tapirulàn”, opera prima alla regia di Claudia Gerini.

«Questa compagine societaria che abbiamo immaginato come un tridente – dichiara Di Lodovico – costituisce la premessa di una crescita stabile non solo a livello nazionale ma anche internazionale». Tutto questo partendo dalla considerazione che il cinema «rappresenta un settore strategico a livello nazionale, che vede un interesse crescente di collaborazione da parte delle major di produzione internazionali».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti