Il reddito di cittadinanza

ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùsussidio di 80 euro

Il reddito di cittadinanza? Per un quarto dei beneficiari è «uguale» al bonus Renzi

di Francesca Barbieri


Reddito di cittadinanza: cash ai pensionati e stretta sui genitori single

2' di lettura

Il reddito di cittadinanza? Per un terzo dei beneficiari sarà di 80 euro al mese. Un importo identico all’agevolazione introdotta dal Governo Renzi che dal 2015 è diventata strutturale. Due “bonus” completamente diversi: un’integrazione al reddito il primo,che sarà accreditato su una card ricaricabile; un credito Irpef, il secondo, riconosciuto in via automatica in busta paga dal datore di lavoro. L’ufficio parlamentare di Bilancio - nel corso della audizioni sul decretone reddito-pensioni (in via di conversione in Parlamento) -stima circa 1,3 milioni di famiglie beneficiarie del reddito di cittadinanza , per un totale di 3,6 milioni di individui. In media le erogazioni per nucleo saranno di circa 6mila euro su base annua, con un importo medio a testa di 2.170 euro.

La media però nasconde da un lato il 5,5 per cento dei percettori che beneficia di un importo superiore a 6.000 euro annui, mentre per la stragrande maggioranza (il 60% ) l’importo è inferiore a 3.000 euro annui.

PER SAPERNE DI PIÙ / DOSSIER REDDITO DI CITTADINANZA

Per circa un un quarto (il 23%) - pari a oltre 800mila persone - il beneficio sarà inferiore a 1.000 euro l’anno, circa 80 euro al mese.
Dalle elaborazioni dell’Ufficio parlamentare di bilancio emerge che il 37,7% dei nuclei percettori hanno un reddito familiare inferiore a 1.000 euro, il 50% un reddito inferiore a 3.200 euro e il 25 per cento un reddito superiore a 8.200 euro.

La distribuzione territoriale del reddito di cittadinanza: una su due al Sud
Circa il 56% dei nuclei beneficiari è residente al Sud e nelle isole, mentre il 28% è al Nord. A fronte di un beneficio medio equivalente sostanzialmente omogeneo per area geografica, l’Upb evidenzia che l’incidenza dei nuclei beneficiari è prossima a quella dei nuclei in povertà assoluta nel Sud (rispettivamente i nuclei beneficiari sono l’8,4% nel Sud e il 9,8% nelle isole contro una incidenza della povertà assoluta, rispettivamente, del 10,2% e del 10,5 per cento). L’incidenza dei beneficiari del reddito di cittadinanza risulta invece sensibilmente più bassa al Centro e al Nord, sia in relazione al totale della popolazione, sia con riferimento ai nuclei in povertà assoluta.

Il reddito di cittadinanza e le caratteristiche del nucleo familiare
Poco più della metà dei nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza sono composti da tre o più membri, mentre circa il 29% sono rappresentati da single. Tuttavia l’Upb osserva che, in relazione con il profilo dell'incidenza della povertà assoluta, sono maggiormente tutelati i nuclei meno numerosi: per i “monocomponenti” i beneficiari sono pari all’84 per cento del totale dei poveri assoluti (4,4 per cento l'incidenza dei beneficiari, contro un'incidenza della povertà assoluta del 5,2 per cento) rispetto a circa il 77 per cento (13,7%, contro il 17,8%) per i nuclei con più di quattro componenti.

DISTRIBUZIONE DEL REDDITO DI CITTADINANZA PRO CAPITE
DISTRIBUZIONE DEL REDDITO DI CITTADINANZA PRO CAPITE
DISTRIBUZIONE DEL REDDITO DI CITTADINANZA PRO CAPITE
Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti