ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTelecomunicazioni

Il risiko delle tlc accende i riflettori su Tim in Borsa

Rumors di possibile combinazione in Italia tra Vodafone e Iliad. Attesa per il nuovo piano Telecom

di Eleonora Micheli

(hin255 - stock.adobe.com)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Telecom Italia sotto la lente a Piazza Affari, nell'attesa che il nuovo amministratore delegato, Pietro Labriola, annunci la strategia per l'azienda. I titoli, che la scorsa settimana avevano sofferto, sfidano l'andamento della Borsa (FTSE MIB) e resistono alle vendite

Il nuovo piano Labriola

Venerdì scorso Labriola è stato nominato all'unanimità amministratore delegato del gruppo. Sebbene la decisione fosse ampiamente attesa, il mercato apprezza che sia comunque terminato il periodo di impasse nel quale versava il gruppo ormai da circa due mesi. Labriola, manager di lungo corso della società, presenterà le linee guida del piano industriale al cda del prossimo 26 gennaio. Il progetto sarà poi sviluppato nel dettaglio e approvato il prossimo 2 marzo, quando verrà annunciato anche al mercato. Ad ogni modo, secondo indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, Labriola starebbe lavorando alla separazione tra le attività dei servizi e quelle di gestione della rete. Piano che, secondo la speculazione, potrebbe far venire meno l'interesse del fondo Usa Kkr per Tim. Ecco perché la scorsa settimana le azioni della società di tlc hanno registrato bruschi scivoloni. I vertici dell'azienda, comunque, non si sono ancora pronunciati sull'offerta messa sul tavolo dal fondo, a 0,505 euro per azione.

Loading...

Possibile asse Iliad-Vodafone in Italia

Intanto sale anche l'attesa per la conferenza indetta domani da Iliad, la concorrente che annuncerà l'ingresso nella telefonia fissa e nella fibra. Tra l'altro, a proposito della società francese, nel corso del fine settimana l'agenzia Reuters ha riportato l'indiscrezione che starebbe trattando con Vodafone (+4,9% a Londra) per combinare le rispettive attività italiane. «Se confermata, sarebbe una notizia molto positiva per il settore in quanto si assisterebbe a un consolidamento da 4 a 3 operatori infrastrutturali nel mobile e probabilmente a minore aggressività di Iliad nel fisso», hanno commentato a caldo gli analisti di Equita, secondo i quali, tra l'altro, anche il regolatore potrebbe approvare l'operazione, visto l`atteggiamento meno rigido emerso più recentemente. «Per Tim - hanno aggiunto gli esperti - l'operazione eliminerebbe le speculazioni sul possibile interesse di Iliad per le proprie attività commerciali e complicherebbe altre ipotesi speculative, ma pensiamo che sia comunque uno scenario migliore dello status quo». La sim esclude anche un passo indietro di Kkr per Tim, «visto che non pensiamo che l'offerta potesse essere stata costruita solo sull'ipotesi di cessione di ServiceCo a Iliad».

Equita, però, raccomanda cautela sulle azioni di Telecom Italia ('Hold'), per le quali indica un target di prezzo molto più basso delle quotazioni (0,32 euro per le ordinarie e 0,34 euro per le risparmio), lo stesso calcolato prima dell'annuncio dell'interesse da parte di Kkr.

«Se dovesse andare in porto (non scontata la posizione dell’antitrust europeo su una semplificazione della struttura del mercato da 4 a 3 operatori), una combinazione tra Iliad e Vodafone - riporta un'altra casa di investimento - rappresenterebbe un chiaro catalyst positivo per il settore. A nostro avviso, tale merger rappresenta tuttavia uno scenario “second best” per Tim (e per la stessa Iliad), perché preferiamo in chiave speculativa un'eventuale opa da parte di Iliad per rilevare la ServiceCo di TIM dopo il break-up interno del gruppo».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti