Il settore farmaceutico

Il ritorno del Covid spinge i farmaceutici, a Piazza Affari balza Diasorin

Il titolo a un soffio da quota 190 euro nel giorno in cui i mercati crollano per i timori sulla nuova variante sudafricana che potrebbe mostrare alcune resistenze agli attuali vaccini

di Cheo Condina

(alex.pin - stock.adobe.com)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - A Piazza Affari subito sugli scudi Diasorin che balza a un soffio da quota 190 euro nel giorno in cui i mercati crollano per i timori sulla nuova variante sudafricana del Covid. Secondo le prime dichiarazioni degli esperti, infatti, questa variante potrebbe mostrare alcune resistenze agli attuali vaccini. La prospettiva di una ulteriore risalita dei contagi e dell'aumento esponenziale della necessità di tamponi e di trattamenti medici favorisce ovviamente determinati titoli del comparto farmaceutico, in particolare quelli concentrati sulla diagnostica del Covid come Diasorin.

Il titolo DiaSorin mette nel mirino quota 200 euro

Il titolo, con questo balzo, consolida il recupero già in atto da alcune sedute e mette così nel mirino quota 200 euro: poco più in là, attorno a 209 euro, c'è il massimo storico registrato a maggio 2020, quando finito il primo lockdown la domanda di tamponi era iniziata a decollare. Sempre nel comparto farmaceutico, a Piazza Affari, anche Recordati limita le perdite mentre in Europa a livello settoriale è il migliore, limitando il passivo intorno all'1%.

Loading...


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti