ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAl via l’edizione 2022

Il Salone lascia i blocchi di partenza

La kermesse di Assogestioni prevede tre giornate dense di incontri e conferenze con 400 relatori, 120 convegni e 140 marchi presenti oltre a personalità istituzionali

di Isabella Della Valle

(ANSA)

2' di lettura

«Umano, responsabile, digitale. Lo sviluppo economico e sociale del prossimo decennio» è il titolo della 12esima edizione del salone dei risparmio, la manifestazione di Assogestioni che prevede tre giornate di incontri e conferenze su tutti i temi del risparmio, dall’innovazione alla sostenibilità passando per l’educazione finanziaria, per arrivare al capitale umano e alla diversity. Molti i partecipanti che hanno presenziato all'evento già alla prima giornata: le stime parlano di un totale di 10mila visitatori effettivi su 15mila iscritti. Anche quest’anno e come ormai di consueto, il Salone del Risparmio intende aprire le porte del risparmio gestito a operatori, risparmiatori, studenti, pensionati e chiunque voglia entrare in contatto con un mondo molto vasto che, se ben compreso, può rivelarsi utile non solo per pianificare nel tempo i propri investimenti, ma anche a mantenerli che forse in questa particolare fase di mercato è l'obiettivo di molti.

Il parterre

Con più di 120 conferenze, 140 marchi presenti e 400 relatori italiani e internazionali, questa maratona di tre giorni cercherà di sviscerare tutti gli argomenti che ormai sono di primaria importanza peri asset manager, distributori e investitori retail e istituzionali. Per farlo sono previsti anche quest'anno sette percorsi tematici: asset allocation e strategie di investimento; mercati privati ed economia reale; distribuzione e consulenza; sostenibilità a capitale umano; previdenza complementare; educazione e formazione; innovazione e digitalizzazione.I temi seguiti da Assogestioni sono vari e da tempo al centro dell'attenzione.

Loading...

I temi centrali

Anche in questa edizione, per esempio, sarà centrale lo sviluppo del capitale umano declinato su professionisti e risparmiatori, ma ampio spazio verrà dedicato all'inclusione e alla diversity all'interno delle Sgr. Per capire il livello è stato creato l'Inclusion Impact Index, uno strumento che misura l’impatto organizzativo in quattro macroaree: la governance, la capacità di attrarre, sviluppare e valorizzare nel tempo i talenti al femminile Sul tema c'è stato un incontro dal titolo “Verso la certificazione della parità di genere nelle Sgr” che si è tenuto ieri ed è stato aperto dal ministro delle Pari Opportunità Elena Bonetti.Con la conferenza “Digital asset: tra sperimentazione e regolamentazione” in programma mercoledì 11 maggio alle ore 9,30 verrà poi affrontato il tema della digitalizzazione e dell'intelligenza artificiale nell'ambito del risparmio gestito, nella consapevolezza che questi due elementi ormai sono fondamentali per l'attività del settore.

Il rapporto censis

Nell'ambito della conferenza di chiusura, infine verrà presentato il terzo Rapporto Censis-Assogestioni su risparmi e investimenti degli italiani“Da risparmiatore a investitore sostenibile”. Fabio Galli, direttore generale di Assogestioni, e Giorgio De Rita, Segretario Generale Censis, presenteranno dati inediti sul rapporto dei risparmiatori con l'investimento e sui diversi fattori che influenzano le scelte di investimento degli italiani, soprattutto dopo la pandemia.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti