beauty

Il segreto per un make-up perfetto? Il fondotinta

È il cosmetico che può fare la differenza: il fondotinta rende la pelle pronta per qualsiasi tipo di trucco. La scelta è ampia e le nuove proposte sono capolavori di tecnologia

di Monica Melotti

default onloading pic

È il cosmetico che può fare la differenza: il fondotinta rende la pelle pronta per qualsiasi tipo di trucco. La scelta è ampia e le nuove proposte sono capolavori di tecnologia


3' di lettura

È il cosmetico che può fare la differenza. Il fondotinta rende la pelle flawless, zero difetti, pronta per qualsiasi tipo di trucco, a parte di scegliere quello adatto alle nostre esigenze. La scelta è veramente ampia, le nuove proposte sono capolavori di tecnologia: illuminanti, antiaging, leggeri come una piuma, long lasting, con una coprenza modulabile al punto giusto, tutte texture che equilibrano e proteggono la carnagione rendendola luminosa e uniforme.

«Sono molti i fondotinta che hanno un'ottima performance in termini di copertura, finish, durata ed efficacia trattante - dice Daniela Pistoia, educational manager di Estée Lauder -. Alcune texture contengono antiossidanti, vitamina E e vitamina C per minimizzare le macchie scure e le discromie, altre dei potenti peptidi che stimolano il turnover cellulare e l'acido ialuronico dall'azione antiging. Alcuni fondotinta hanno anche un fattore di protezione per prevenire i segni di invecchiamento causati dai raggi solari. In caso di mancanza, consiglio di applicare una crema giorno con un spf15».

Come scegliere quello giusto
È sempre un argomento dibattuto perché scegliere la tonalità giusta che si fonda con il proprio incarnato è un punto basilare. I consigli si sprecano: non applicarlo mai sul dorso o sul polso della mano, attenzione alle luci, quelle delle profumerie falsano il colore reale rendendolo meno intenso, meglio la luce naturale.

«Il mio suggerimento – continua Pistoia – è quello di individuare tre tonalità che più si avvicinano al colore della pelle. Si applicano poi queste tre strisce nella zona tra la mandibola e il collo, sfumandole. Quella che meglio si uniformerà al viso sarà il colore giusto per noi».

I moderni fondotinta sono studiati per qualsiasi tipo di pelle: normale, secca e grassa, l'importante è scegliere la texture giusta. Quelli fluidi hanno il vantaggio di essere leggeri e contenere principi trattanti specifici e sono indicati per una pelle da normale a secca. Chi, invece, ha la pelle grassa, dovrebbe optare per un fondotinta in polvere. Il cushion è perfetto per chi va di fretta, il fluido che si applica premendo un cuscinetto immerso nel fondotinta stesso, permette ritocchi veloci e modulabili durante la giornata.

Beauty: i nuovi fondotinta eccellenze di tecnologia

Beauty: i nuovi fondotinta eccellenze di tecnologia

Photogallery16 foto

Visualizza

Applicarlo in modo corretto
Polpastrelli, blender, pennello? Questo è il dilemma sulla corretta applicazione del fondotinta. Di recente è stato introdotto sul mercato un innovativo aerografo per il trucco, Temptu Air per applicare fondotinta, blush, correttori e illuminanti. Niente più spugne né pennelli, ma solo questo aerografo che nebulizza il prodotto in modo mirato stendendolo uniformemente sul viso, in modo perfetto. Il costo dell'apparecchio però è notevole circa 230 euro, in alternativa c'è sempre il metodo classico.

«Basta applicare una piccola quantità di fondotinta al centro del viso e stenderla bene verso l'esterno con un pennello piatto – continua la make up artist - In alternativa si possono usare le dita o la spugnetta/blender che favoriscono l'applicazione di più strati, utile per un effetto sculpting. Si comincia a stenderlo dal centro della fronte fino verso le tempie, si passa poi ai lati del naso fino alle guance. Se è il caso si termina il finish con la cipria».

Le novità
Un buon fondotinta deve risultare invisibile. Non si utilizza per nascondere, ma per sublimare il colorito e svelare la sensualità della pelle. Per questo i nuovi fondotinta hanno un effetto seconda pelle, con una coprenza leggera, ma modulabile a piacimento.

È il caso della gamma Even Better di Clinique che si declina in tre formule uniche: Even Better Make up Spf 15 è un fondotinta antimacchie, Even Better Glow a effetto luminoso e Even Better Refresh, il nuvo arrivato, per un'azione idratante e antiaging.

Un fondotinta ultra performante e radioso è Phyto-Teint Ultra Éclat di Sisley, gli estratti di malva e fiori di gardenia stimolano l'idratazione. Sfrutta una tecnologia brevettata, nota come Fusion Technology, per un effetto “no make up”, il Fondotinta Maestro Fusion Make-up di Armani Beauty per un viso radioso. Il ginseng è l'attivo plus di Unico di Collistar in grado di ricaricare le cellule cutanee di energia. È, invece, la stella alpina, l'asso nella manica di The Luminous Tint Concentrate di Helena Rubinstein, un vero trattamento antiaging che riprogramma il rinnovamento cellulare. Shiseido propone due versioni dei Synchro Skin Self-Refreshing, il primo in versione fluida, l'altro cushion, entrambi sono arricchiti di estratto di timo antiossidante e polvere di perla che riflette la luce. Un fondotinta in versione stick, pratico e svelto, è Studio Fix Soft Matte Foundation Stick Mac, perfeziona l'incarnato esaltandone i contorni e i volumi assicurando un finish opaco per 24 ore.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti