astronomia

Il sito della Nasa sceglie la foto dell’italiano Rolando Ligustri

L’appassionato di astronomia è riuscito a scattare l’immagine della cometa C/2017 T2

di Leopoldo Benacchio

2' di lettura

Una bella immagine del cielo ogni giorno, è questo che ci offre il sito Nasa Apod, Astronomy Picture of the day. 365 immagini che accompagnano durante l’anno chi è interessato a vedere le bellezze dell’universo, ma anche conoscere in poche righe le nuove scoperte o gli eventi del cielo, come eclissi o l’arrivo di comete. In quest’ultimo caso si piazza la bellissima immagine che Rolando Ligustri ha inviato al sito e che è stata scelta come immagine migliore per il 29 gennaio scorso.

Si vede una cometa in 3 momenti successivi, immortalata nelle notti del 24,26 e 28 scorso, sullo sfondo della costellazione del Perse e accanto a due ammassi di stelle, centinaie e centinaia, ben noti e studiati da tempo. La cometa è stata scoperta nel 2017 dal Progetto Pan STARRS e il suo identificativo, una specie di “targa” spaziale è C/2017 T2 e si può osservare solo con un telescopio. I due ammassi di stelle sono molto lontani rispetto alla cometa, stanno a 7.000 anni luce mentre la nostra beniamina sta praticamente fuori dalla nostra finestra, 13 minuti luce solamente, mentre per avere un’idea della zona di cielo coperta è grosso modo 4 volte la luna piena.

Loading...

Il fotografo, diciamo così, è in realtà un appassionato studioso di questi corpi celesti, che la sera si trasforma in un cacciatore di comete nel cielo notturno, uno studio alla portata anche di telescopi relativamente piccoli. Anche in questo campo le cose sono cambiate e stanno ulteriormente progredendo se pensiamo, con tutta la simpatia e il rispetto, al Principe di Salina nel Gattopardo, che trascorreva notti intere al suo piccolo telescopio ammirando la volta celeste.

Oggi gli appassionati, gli astrofili, raggiungono punte di eccellenza sia dal punto di vista tecnologico che osservativo e hanno a disposizione alcuni importanti campi di studio, come le comete e la sorveglianza del cielo per la apparizione di Supernove, stelle che improvvisamente aumentano in modo enorme la loro luminosità in seguito a un evento catastrofico. «Certo la grande luminosità del cielo in Italia, dovuto alle luci artificiali, rende sempre più difficile se non impossibile osservare stelle e galassie», dice Ligustri che infatti le immagini che poi ha composto in quella che è stata selezionata, le ha potute prendere solo utilizzando telescopi in Nuovo Messico, comandati via rete dal Talmassons, piccolo paese della pianura friulana dove ha sede il gruppo di appassionati fondato proprio da lui parecchi anni fa.

La stella Betelgeuse esploderà? Cosa succederebbe sulla Terra

Seguire comete, analizzarne l’orbita, capire di cosa sono fatte e come si sviluppa la loro “vita” quando arrivano dalle parti del Sole è una delle passioni di questo gruppo di inseguitori di comete, corpi celesti che racchiudono ancora molte informazioni sull’alba del nostro sistema solare, miliardi di anni fa, e forse della nascita della vita sulla Terra. Molti studiosi infatti ipotizzano che i componenti base della vita, compresi alcuni aminoacidi, siano letteralmente “piovuti” sulla Terra a bordo, diciamo così, di comete che si sono sfracellate al suolo.

Ligustri non è nuovo a questi riconoscimenti, già una decina di volte le immagini da lui mandate sono state scelte per diventare “immagine del giorno”, ed è una bella soddisfazione.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti