ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùle misure allo studio

Il Sud teme l’esodo dal Nord: in Puglia 20 Comuni arancioni. Le Regioni valutano obbligo di tampone o quarantena

Sicilia e Puglia già in zona gialla hanno annunciato delle possibili misure per provare ad arginare l’impatto di un nuovo esodo come quello della scorsa estate

di Marzio Bartoloni

Mezza Italia 'gialla'. Regioni: "rischio fuga dal Nord"

2' di lettura

Sicilia, Puglia e Molise sono già «gialle» e quindi raggiungibili. E forse già la prossima settimana lo diventeranno anche Campania, Calabria e Basilicata oggi arancioni. In pratica tutto il Sud sarà accessibile già diversi giorni prima di Natale o al massimo dal 20 dicembre quando potrebbero arrivare le nuove ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza, il giorno prima dello stop definitivo agli spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio.

Una possibilità di cui molti italiani potrebbero approfittare per raggiungere amici e parenti, ma che spaventa diversi governatori del Sud che già pensano ad alcune restrizioni e misure per arginare o almeno provare a tenere sotto controllo un possibile esodo come quello dell’estate scorsa.

Loading...

In Sicilia si studia il tampone in ingresso

È il caso a esempio della Sicilia che è diventata gialla già dal 29 novembre scorso. «Il rischio di un nuovo esodo verso il Sud è un fatto reale, che non può non destare preoccupazione. Per questo ho ritenuto di chiedere al nostro Comitato scientifico di valutare alcune misure di contenimento e sorveglianza sanitaria, che vorremo condividere anche con il ministero della Salute», ha spiegato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. Che di fronte a dati in miglioramento e una «progressiva regressione della pressione sulle strutture ospedaliere» non vuole «rischiare di far correre di nuovo il virus per comportamenti individuali che appaiono improntati a superficialità».

Secondo alcune indiscrezioni le misure messe in campo potrebbero riguardare l'obbligo di sottoporsi al tampone per chi rientra in Sicilia e la registrazione sul portale della Regione in modo da consentire il tracciamento. «Lo dobbiamo - sottolinea il presidente della Regione Siciliana - alle tante vittime che abbiamo avuto e alla straordinaria passione con cui migliaia di operatori hanno adempiuto con professionalità alla loro missione di vita».

La Puglia prepara le zone locali arancioni

Anche la Puglia che è diventata gialla dal 6 dicembre ha in cantiere alcune restrizioni in alcune aree della Regione dove i contagi ancora non sembrano per nulla sotto controllo.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dopo l'assenso del ministro Speranza, ha istituito con l'ordinanza 448 la zona arancione per venti Comuni nelle province Bat, Foggia e Bari. Si tratta di Andria, Barletta, Bisceglie e Spinazzola per la provincia Bat; Accadia, Ascoli Satriano, Carapelle, Cerignola, Lucera, Manfredonia, San Marco in Lamis, San Nicandro Garganico, San Severo, Torremaggiore, Troia, Zapponeta, Foggia e Monte Sant'Angelo della provincia di Foggia; Altamura e Gravina in Puglia nella Murgia barese. L'ordinanza sarà in vigore da domani 8 dicembre fino al 14 dicembre.

Il passaggio in «arancione» di parte della Regione dovrebbe chiudere gli spostamenti in entrata e in uscita in quelle zone.

Molise: quarantena o tampone per chi viene da fuori

Nelle prossime ore il presidente della Regione Molise, Donato Toma, emanerà una nuova ordinanza con restrizioni su scuola, trasporti e rientri da fuori regione. Il governatore ha parlato di zona gialla 'rafforzata' dall’8 dicembre e per i successivi 14 giorni. L'ipotesi è di disporre la didattica a distanza almeno per le scuole medie e superiori. Inoltre, chi rientrerà in Molise da altre regioni, se non è stato sottoposto a tampone nelle ultime 72 ore, dovrà andare in quarantena, salvo, una volta in regione, si sottoponga a screening.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti