AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùIL NODO LIQUIDITÀ

Il Tfr del fondo di Tesoreria torni alle imprese


Il flusso annuo è di quasi 6 miliardi e la gestione Inps va verso il disavanzo. Tanto vale sospendere il meccanismo e lasciare queste risorse nelle aziende, dove ora servono subito

di Davide Colombo

Reddito al lavoro nero? Meglio liquidità alle imprese


Il flusso annuo è di quasi 6 miliardi e la gestione Inps va verso il disavanzo. Tanto vale sospendere il meccanismo e lasciare queste risorse nelle aziende, dove ora servono subito


3' di lettura

In attesa delle decisioni governative per garantire nuova liquidità alle imprese bloccate dall’emergenza sanitaria, una soluzione dalla praticabilità immediata, pur a costo di un maggiore disavanzo, potrebbe arrivare sospendendo il meccanismo del Fondo di Tesoreria dove affluisce il Tfr.

Si tratta del Fondo costituito nel 2007 in Tesoreria dello Stato e gestito da Inps in cui viene versato il Tfr dei dipendenti impiegati in aziende con più di 50 addetti che, ai tempi della riforma Damiano (governo Prodi 2006-2008), decisero di non aderire ad alcun fondo pensione per “lasciare il Tfr in azienda”. Si tratta di un flusso di liquidità di quasi sei miliardi l’anno che non resta in azienda ma finisce, appunto, nelle casse dello Stato. Date le circostanze il meccanismo potrebbe essere sospeso per lasciare questi fondi dove ora servono immediatamente.

Sei miliardi da lasciare alle aziende
Secondo gli ultimi dati disponibili (2018) sono poco più di 3 milioni e 312mila i lavoratori che versavano su questo Fondo: 1,8 milioni uomini e poco più di 1,4 milioni donne; età media 44 anni, per un contributo di 231 euro al mese, sempre in media. L’accantonamento annuo è pari al 6,91% della retribuzione utile ai fini del calcolo del Tfr e ogni anno, a fine dicembre, queste risorse sono rivalutate con un tasso composto dell’1,5% più il 75% dell’aumento dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. In dodici anni questi lavoratori, al netto dei Tfr liquidati, hanno versato sul Fondo dello Stato 36,3 miliardi di euro, in termini cumulati. Risorse che sono state di volta in volta utilizzate per tamponare diverse esigenze di finanza pubblica, come prevede la legge istitutiva.

Fondo a un passo dal disavanzo, tanto vale chiuderlo
Ogniqualvolta un lavoratore iscritto è andato in pensione o ha cambiato azienda o ha perso il posto, il suo Tfr è stato liquidato da Inps attingendo da questo Fondo e finora la differenza tra entrate e prestazioni ha chiuso in positivo. Finora, perché l’avanzo, superiore ai 5 miliardi nel 2007, è sceso sotto il miliardo e mezzo nel 2018, dimezzandosi negli ultimi cinque anni. Se la dinamica non cambierà tra qualche anno il Fondo sarà in disavanzo. Gli iscritti non crescono più da anni e la nuova crisi in atto potrebbe accelerare drasticamente l’arrivo a questo punto di squilibrio. Tanto vale sospendere il Fondo.

Che cosa accadrà con il disavanzo?
Come in tutte le gestioni Inps caratterizzate da un disavanzo tra contributi versati e prestazioni erogate, quando si arriverà allo squilibrio la differenza ce la metterà lo Stato con nuovi trasferimenti, restituendo con il passare degli anni il capitale che si era cumulato nella fase di maturazione del Fondo. Ma, come si diceva, l’emergenza Covid-19 non consente tempi di restituzione lunghi. Vale forse la pena sospendere il Fondo e lasciare il Tfr maturando in azienda anche sopra la soglia dei 50 addetti, proprio come avviene per le piccole imprese. Poi, passata la fase acuta della crisi, si potranno prendere decisioni diverse sul destino dei “salari differiti” di questi lavoratori.

Per approfondire:
Dl liquidità, Gualtieri: prestiti al 100% fino a 800mila euro. Tensioni nella maggioranza
Pmi, 42 miliardi in aumenti di capitale per superare la crisi del virus

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti