TEST DRIVE

Il turbodiesel 435 cv della SQ8 porta Audi nel club dei super suv

Monta il più potente motore a gasolio in Europa: è un V8 mild hybrid

di Massimo Mambretti

default onloading pic

Monta il più potente motore a gasolio in Europa: è un V8 mild hybrid


3' di lettura

Nonostante il declino in corso, i motori a gasolio hanno ancora molto da dire soprattutto in termini di potenza, prestazioni e basse emissioni. Lo dimostra Audi SQ8 Tdi, versione più prestazionale della gamma Q8, che sembra voler rispondere a chi vorrebbe negargli l’ingresso nell’elitaria schiera dei suv ad alte prestazioni con un laconico: «Turbodiesel, e allora?».

Infatti, dentro al suo cofano c’è un’unità che non ha nessun timore reverenziale nei confronti di quelle a benzina di alcuni soprt utility super performanti.

Infatti, è il più potente turbodiesel d’Europa. Si tratta di un V8 di 4 litri con una sofisticata sovralimentazione elettrificata bi-stadio con 435 cv e una coppia di 900 Nm che, alla faccia della massa che rasenta i 2.400 chili, proietta la SQ8 al traguardo (autolimitato) dei 250 all’ora e a quello dei 100 orari in 4”8. Valori da sportiva di razza.

Una serie di fattori che non impedisce a questo suv-coupé, grazie anche all’alternatore/starter che genera un sistema mild hybrid alimentato da una rete a 48 Volt, di avere un carattere versatile. Infatti, come abbiamo verificato sulle strade del sud della Sardegna si possono coprire facilmente percorrenze medie non lontane dai 10 chilometri con un litro di gasolio, un valore affatto disprezzabille. Ovviamente, ad andature e situazioni di marcia normali quando la tecnologia mild hybrid fa entrare in gioco anche lo start&stop già a 22 all’ora o, all’occorrenza, innesca la funzione veleggio che spegne il motore per 40” quando si rilascia l’acceleratore tra 55 e 160 orari.

Tuttavia, al volante del più potente dei grossi suv-coupé dei Quatto Anelli viene spontaneo affondare l’acceleratore senza troppe esitazioni, tanto più che il fronte dell’economia è già stato infranto dal prezzo che parte da 111mila euro. Inoltre, a eliminare ispirazioni degne da economy run influenzate dall’alimentazione a gasolio ci pensa il perfetto equilibrio fra temperamento e comportamento. Il rapporto è sorprendente, specie pensando alla taglia XL sebbene in alcune situazioni non svanisca e al fatto che questa Audi gioca la sua partita nella categoria pesi massimi.

Così, nel parco giochi costituito dal susseguirsi di curve la SQ8 regala subito sensazioni coinvolgenti avvalorate dalla tonalità dell’impetuoso V8. Una melodia che non tradisce il fatto che è originata da un’unità a gasolio. Innescando la configurazione Dynamic, l’energico turbodiesel offre spinte impressionanti tanto a livello di vigore non appena si affonda l’acceleratore grazie all’assenza di turbo lag e all’enorme quantità di coppia disponibile già a poco più di 1.000 giri quanto di linearità sino a quota 5.000, grazie anche al supporto degli inavvertibili passaggi marcia del cambio automatico a otto marce.

Il temperamento è ben assecondato dal resto dell’ampio corredo tecnologico. Infatti, il feedback e l’agilità assieme all’affidabilità sono sostenuti dalle quattro ruote motrici, dalle sospensioni pneumatiche attive e da accessori irrinunciabili per il carattere della vettutra tedesca.

Si tratta della stabilizzazione attiva, del differenziale sportivo e dello sterzo integrale, fondamentale per aumentare la maneggevolezza in spazi ristretti e incrementare l’equilibrio alle velocità più alte.

Detto ciò, quando si torna nella normalità l’incontro fra gasolio e sportività non va a discapito di fattori che, comunque, si pretendono da una vettura di lusso.

In primis, la comodità che permette la SQ8 Tdi di essere un’ideale compagna di viaggio sia in città sia sulle lunghe distanze. In prima battuta, c’è lo sconfinato e confortevole abitacolo che non s’impegna molto per distinguersi da quello delle più strette consanguinee, peraltro al pari dell’esterno. Infatti, l’atmosfera sontuosa dell’ambiente è influenzata solo dalla diffusa presenza di tonalità scure, dai sedili anteriori sportivi e dalle cuciture a contrasto della selleria rivestita in pelle e Alcantara. Poi, c’è la connettività che proprio la SQ8 ha portato a nuovi confini in casa Audi proponendo un arricchimento dei servizi, ma anche l’assistente vocale Amazon Alexa basato sul cloud.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...